Discussione:
stage piano: alla ricerca del Santo Graal
(troppo vecchio per rispondere)
pablo
2006-09-19 12:54:34 UTC
Permalink
ciao,

eccomi di nuovo qua, dopo l'ennesimo viaggo della speranza.
Accantonato il kawai es-4 mi sono messo a provare tutto il materiale
disponibile.
Scartati vari Casio, M-Audio, Kurzweil, Korg e Roland FP5 ed FP2 rimangono i
seguenti, di cui riporto le mie impressioni personali:

Yamaha P140S
++ Tocco molto buono
- Timbro principale buono ma un pelino troppo "bright".
-- Pochi timbri aggiuntivi e non particolarmente impressionanti

Yamaha CP33
++ Tocco molto buono
+ qualche funzione master keyb. (che non guasta)
- Timbro principale buono ma ancora più "bright" del p140
+ maggior numero di timbri aggiuntivi, alcuni buoni alcuni meno

Roland RD300sx
- tocco un po "viscoso"
-/+ timbro principale molto bello nella parte bassa, meno nelle ottave medie
e alte (un po "sottile")
++ timbri aggiuntivi numerosi e di qualità, in particolare gli hammond e 1-2
piani elettrici.
+ funzioni master keyboard
+ funzioni aggiuntive (ritmi, eq, etc.)


In sostanza, il Roland RD300sx sembrerebbe lo strumento + versatile e più
completo, anche se gli per i suoni hammond avrei già il vk8m.
Pensando solo al pianoforte, il migliore sembrerebbe il p140.

Ci sarebbe pure il RD700sx (usato costa poco di più del RD300sx) ma quello
non sono riuscito a provarlo, inoltre non so se ho veramente bisogno di
tutta quella "potenza"

Cmq devo dire una cosa, che forse a qualcuno sembrerà un'eresia:
il P80 aveva un timbro di piano nettamente migliore.
Mi sto stramaledicendo per averlo dato via :-(((

Commenti / cosigli / suggerimenti sono i benvenuti

ciao
pablo
Piotre
2006-09-19 18:02:41 UTC
Permalink
Post by pablo
eccomi di nuovo qua, dopo l'ennesimo viaggo della speranza.
Accantonato il kawai es-4
per quale ragione lo scarti?
Post by pablo
il P80 aveva un timbro di piano nettamente migliore.
Mi sto stramaledicendo per averlo dato via :-(((
a me capita di stufarmi del vecchio per poi tornare indietro
il CP300 l'hai provato?
ciao
piotre
--
http://pratocity.blogspot.com/
http://piotremtb.blogspot.com/
http://piotremusica.blogspot.com/
http://picasaweb.google.com/piotre.costantinov
pablo
2006-09-19 21:02:54 UTC
Permalink
Post by Piotre
Post by pablo
eccomi di nuovo qua, dopo l'ennesimo viaggo della speranza.
Accantonato il kawai es-4
per quale ragione lo scarti?
Per via dei timbri di piano, che non sono all'altezza dello strumento:
campionamento ogni tre semitoni (anche se su 3 livelli credo) con punti di
split udibili in diversi casi.
A me pare assurdo che con le tecnologie attuali, in uno strumento che
vendono a oltre mille euro stiano ancora a lesinare per qualche mega di
EPROM. (e questo vale per kawai ma soprattutto per yamaha)

Oltre tutto, questi strumenti non consentono nessuna espandibilità
o "upgradabilità", per cui, non c'è speranza di ottenere in futuro un
firmware aggiornato o un campionamento migliore o diverso.
(e anche questo vale per kawai ma soprattutto per yamaha)

Certo, il nord stage si può upgradare.... ma se avessi 3000 euro da spendere
in una tastiera non mi farei mica tutti sti problemi esistenziali! :-)
Post by Piotre
Post by pablo
il P80 aveva un timbro di piano nettamente migliore.
Mi sto stramaledicendo per averlo dato via :-(((
a me capita di stufarmi del vecchio per poi tornare indietro
il CP300 l'hai provato?
Non l'ho provato ma temo che sia fuori budget per me.
Post by Piotre
ciao
piotre
grazie
pablo
pablo
2006-09-19 21:21:56 UTC
Permalink
Post by Piotre
Post by pablo
eccomi di nuovo qua, dopo l'ennesimo viaggo della speranza.
Accantonato il kawai es-4
per quale ragione lo scarti?
Ovviamente si tratta solo del mio parere personale.

ciao
pablo
brukeys
2006-09-20 09:07:58 UTC
Permalink
Post by pablo
campionamento ogni tre semitoni (anche se su 3 livelli credo) con punti di
split udibili in diversi casi.
la cosa mi sta incuriosendo satsera provo in cuffia sul mp-9500
Post by pablo
A me pare assurdo che con le tecnologie attuali, in uno strumento che
vendono a oltre mille euro stiano ancora a lesinare per qualche mega di
EPROM. (e questo vale per kawai ma soprattutto per yamaha)
..ma... io penso un paio di cose (ma non so se siano esatte)
mi sembra che nei prodotti piu' professionali mettano i suoni su
ROM per essere sicuri che nel tempo non "svapori" , ma bruciare
delle Rom di grandi dimensioni immagino che sia dispendioso.
(che ho detto una cazzata ????)

secondo ,ma il discorso e'generalizzato a tutto e tutti (marche/modelli)
.a me rimane il grusso dubbio.. che su modelli economici,
vengano inseriti "ad arte" bugs e limitazioni solo per giustificare
il costo delle macchine professionali....consci che il bilancio di
una azienda dipende dal totale e non dal singolo modello.
Post by pablo
Certo, il nord stage si può upgradare.... ma se avessi 3000 euro da spendere
in una tastiera non mi farei mica tutti sti problemi esistenziali! :-)
be dai si...capisco tutto... l'azienda di piccole dimensioni....
i costi di mano d'opera e ricerca (ditemi che almeno i loro prodotti
non sono made in china)....la differenziazione dal mercato.....
tutto quello che volete .....ma non e' una macchina da 3000 euri..

e comunque i suoi limiti li ha...
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Piotre
2006-09-20 17:02:54 UTC
Permalink
Post by brukeys
be dai si...capisco tutto... l'azienda di piccole dimensioni....
i costi di mano d'opera e ricerca (ditemi che almeno i loro prodotti
non sono made in china)....la differenziazione dal mercato.....
tutto quello che volete .....ma non e' una macchina da 3000 euri..
e comunque i suoi limiti li ha...
punti di vista
4 anni fa avevi una macchina come il NE1 e adesso ti ritrovi un NE3 con
tutti i miglioramenti, un NE1 costerebbe 1000 euro nuovo ed invece hai una
macchina sempre aggiornata. io non spenderei invece 1000 euro per un Kawai
con i tasti in legno, 40 kg e i difetti che ha denunziato pablo perchè
quello sì, vuol essere un clone il più vicino possibile ad un piano acustico
e non lo è per via dei suoi limiti.
ciao
piotre
--
http://pratocity.blogspot.com/
http://piotremtb.blogspot.com/
http://piotremusica.blogspot.com/
http://picasaweb.google.com/piotre.costantinov
Sandro Binetti
2006-09-21 08:10:33 UTC
Permalink
Post by Piotre
io non spenderei invece 1000 euro per un Kawai
con i tasti in legno, 40 kg e i difetti che ha denunziato pablo perchè
quello sì, vuol essere un clone il più vicino possibile ad un piano acustico
e non lo è per via dei suoi limiti.
L'es-4 pesa circa 20 kg, non 40, e _non_ha_ i tasti in legno. Stai facendo
un minestrone fra es4 e mp9500.

Il Nord Stage (che è incontrovertibilmente una bella bestiola) pesa anche
lui una ventina di kg.

Il peso non è una discriminante significativa.

Ciao, Sandro.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Piotre
2006-09-21 15:55:30 UTC
Permalink
Post by Sandro Binetti
L'es-4 pesa circa 20 kg, non 40, e _non_ha_ i tasti in legno. Stai
facendo un minestrone fra es4 e mp9500.
evidentemente sì
infatti pensavo a l'8
ciao
piotre
--
http://pratocity.blogspot.com/
http://piotremtb.blogspot.com/
http://piotremusica.blogspot.com/
http://picasaweb.google.com/piotre.costantinov
brukeys
2006-09-21 09:56:14 UTC
Permalink
premetto che io ho il mp9500 , non ho mai provato l'es4
e per di piu' e'un modello che non mi piace per come e' organizzato
(ampli on-board , alimentatore off-board)
alcuni timbri con ES4, in particolare GP1 e GP2 e sarei curioso di sapere
se ad esempio nel GrandPiano2 le note LAb-2 / La-2 / Sib-2 suonano così
diverse (troppo "bright") dalle note vicine come accade nel ES4.
Oppure se nel Grand Piano 1, il il DO2 e alcune note sottostanti suonano
più "sorde" (con un tocco mf oppure f) delle note vicine.
ho voluto fare una prova (con l'MP9500) perche' si legge su internet
spesso di "presunti" problemi di mappatura anche per il 9500..
quindi mi sono messo le mie belle cuffie (akg 141 monitor) e provo
lab-2
queste note non le trovo , la nota piu' bassa e' su ottava "-1"

quindi mi faccio un po' di scalone su tuttta la tastiera
l'unica parte dove "forse sento qualcosina" e' l'ultima ottava e mezza
dei bassi (ma proprio cosine)...indago meglio
forse ci sono un paio di punti in quel range dove il suono cambia un po'
,,provo e riprovo...forse...poi provo a fare scale di soli tasti bianchi
e soli tasti neri...ma non sento piu' niente....

mah...mi viene da pensare
(1) il problema di dinamica tra tasti neri e bianchi e' annoso e
irrisolvibile
anche sui pianoforti veri (tasti diversi per lunghezza e larghezza)

(2) nel range basso della tastiera il numero di corde per tasto cambia
sarebbe da provare se non ci siano differenze anche sui pianoforti veri

(3) ma qui si parla dei tasti piu' bassi ... ma voi fate le scale su
quei tasti cercando la perfezione...e ci riuscite ?

(4) ma lo senti solo in cuffia....ma non e' che tante volte hai beccato
un buco (o una risonanza) di frequenze della cuffia...

ad ogni modo per quello che sono riuscito a provare, se anche c'e'
qualcosa (e non ne sono per niente sicuro), lo quantificherei come
qualcosa che....se fosse vivo Glenn Gould (cosa che non e')
e volesse usare uno stage piano (cosa che dubito) invece che uno
S.Sons gran coda (selezionato) potrebbe averne fastidio...

...mah...forse sull'ES4 sara' diverso...

tutto questo lo ho provato sul suono principale di pianoforte
gli altri suoni non li ho presi in considerazione
in quanto sono chiaramente equalizzati ed e' prevedibile che ci
siano dei buchi di frequenze..
punti di vista
assolutamente si, sono il primo a dirlo
4 anni fa avevi una macchina come il NE1 e adesso ti ritrovi un NE3 con
tutti i miglioramenti, un NE1 costerebbe 1000 euro nuovo ed invece hai una
macchina sempre aggiornata.
le clavia sono delle belle macchine....ma costano veramente troppo
ed hanno anche loro dei limiti che possono risultare fastidiosi.
ad ogni modo se costassero di meno sarebbero realmente rivoluzionarie.
io non spenderei invece 1000 euro per un Kawai
con i tasti in legno,
punti di vista
, comunque con 1000 euro con i tasti in legno non lo compri

ma sono punti di vista,
io come ho toccato la tastiera della MP-9500...ho pensato
voglio questa meccanica...
40 kg
indubbiamente non e' una macchina da trasporto (come il Yama p-250)
e i difetti che ha denunziato pablo perchè
e' comunque una emulazione....e i difetti li hanno anche i pianoforti veri
quello sì, vuol essere un clone il più vicino possibile ad un piano acustico
e non lo è per via dei suoi limiti.
chiaro che non e' un pianoforte vero ...tant'e' che non lo devi accordare
e pesa solo 40 chili....ed e' anche molto piu' brutto a vedersi.
ciao
piotre
spero di non averti fatto arrabiare
era solo per fare due risate.

ciao
Brusky
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
pablo
2006-09-21 11:40:55 UTC
Permalink
Post by brukeys
premetto che io ho il mp9500 , non ho mai provato l'es4
e per di piu' e'un modello che non mi piace per come e' organizzato
(ampli on-board , alimentatore off-board)
[...]
Post by brukeys
ho voluto fare una prova (con l'MP9500) perche' si legge su internet
spesso di "presunti" problemi di mappatura anche per il 9500..
quindi mi sono messo le mie belle cuffie (akg 141 monitor) e provo
lab-2
queste note non le trovo , la nota piu' bassa e' su ottava "-1"
Scusa per il trattino, intendevo chiaramente il Lab2, ho messo il trattino
perchè mi sembrava più leggibile ma evidentemente ho sbagliato.
Post by brukeys
quindi mi faccio un po' di scalone su tuttta la tastiera
l'unica parte dove "forse sento qualcosina" e' l'ultima ottava e mezza
dei bassi (ma proprio cosine)...indago meglio
forse ci sono un paio di punti in quel range dove il suono cambia un po'
,,provo e riprovo...forse...poi provo a fare scale di soli tasti bianchi
e soli tasti neri...ma non sento piu' niente....
mah...mi viene da pensare
(1) il problema di dinamica tra tasti neri e bianchi e' annoso e
irrisolvibile
anche sui pianoforti veri (tasti diversi per lunghezza e larghezza)
(2) nel range basso della tastiera il numero di corde per tasto cambia
sarebbe da provare se non ci siano differenze anche sui pianoforti veri
giuste osservazioni
Post by brukeys
(3) ma qui si parla dei tasti piu' bassi ... ma voi fate le scale su
quei tasti cercando la perfezione...e ci riuscite ?
Io assolutamente no :-)
Tra me e l'ES4 il più vergognosamente imperfetto sono io :-)
Post by brukeys
(4) ma lo senti solo in cuffia....ma non e' che tante volte hai beccato
un buco (o una risonanza) di frequenze della cuffia...
Può essere, anche se ho provato con almeno tre cuffie diverse
Post by brukeys
ad ogni modo per quello che sono riuscito a provare, se anche c'e'
qualcosa (e non ne sono per niente sicuro), lo quantificherei come
qualcosa che....se fosse vivo Glenn Gould (cosa che non e')
e volesse usare uno stage piano (cosa che dubito) invece che uno
S.Sons gran coda (selezionato) potrebbe averne fastidio...
Per carità, sono solo un autodidatta con grossi limiti e uno S.Sons gran
coda selezionato non l'ho mai visto nemmeno da lontano.
Non credo di avere una sensibilità così fine, sto parlando di cose
perfettamente udibili per chiunque, tanto è che mio figlio di 10 anni dopo
alcune minacce di sequestro della PS2 ha assicurato di sentire anche lui
tutto quello che gli dicevo
(ovviamente scherzo :-) :-)

Il mio disappunto non nasce dalla constatazione del difetto, che ammetto
essere lieve, ma dal fatto che in un casio qualunque (con tutto il
rispetto) i salti sono praticamente impercettibili.
Post by brukeys
...mah...forse sull'ES4 sara' diverso...
Non lo escludo.
Ad esempio ho l'impressione che abbiano un pochetto enfatizzato le basse
frequenze in tutti i timbri, quasi per voler "aiutare" il sistema di
amplificazione a bordo.
Post by brukeys
tutto questo lo ho provato sul suono principale di pianoforte
gli altri suoni non li ho presi in considerazione
in quanto sono chiaramente equalizzati ed e' prevedibile che ci
siano dei buchi di frequenze..
Siamo perfettamente d'accordo.

grazie per le osservazioni interessanti

ciao
pablo
brukeys
2006-09-21 13:24:49 UTC
Permalink
Post by pablo
Scusa per il trattino, intendevo chiaramente il Lab2, ho messo il trattino
perchè mi sembrava più leggibile ma evidentemente ho sbagliato.
avevo immagginato anchio.... in quella zona non percepisco assolutamente
niente di anomalo
Post by pablo
Post by brukeys
(4) ma lo senti solo in cuffia....ma non e' che tante volte hai beccato
un buco (o una risonanza) di frequenze della cuffia...
Può essere, anche se ho provato con almeno tre cuffie diverse
allora e' difficile che siano le cuffie...pero' e' strano che non lo
senti dall'amplificazione...
Post by pablo
Il mio disappunto non nasce dalla constatazione del difetto, che ammetto
essere lieve, ma dal fatto che in un casio qualunque (con tutto il
rispetto) i salti sono praticamente impercettibili.
personalmente sull'mp-9500 , non mi sento di parlare di difetto,
al massimo di leggero dubbio (ma proprio perche' lo ho cercato)
inoltre sono abbastanza convinto che semmai dipenda piu' dalle mie mani
che dallo strumento
e semmai sull'ottava bassa della tastiera ... ma non nella parte
centrale

anche a me era sembrato bello il casio...
l'ho riprovato dopo un paio di mesi di uso col kawai
e' o detto subito ....che schifezza...
poi ho ripensato...comunque per quello che costa non ti puoi aspettare
molto di piu'
ha un buon rapporto costo/qulita'....
ma in valore assoluto e' abbastanza deludente.
Post by pablo
Non lo escludo.
Ad esempio ho l'impressione che abbiano un pochetto enfatizzato le basse
frequenze in tutti i timbri, quasi per voler "aiutare" il sistema di
amplificazione a bordo.
..se ci sono 6 altoparlanti inevitabilmente si crea un spece di effetto
chorus, dovuto alla molteplicita' delle sorgenti sonore
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Piotre
2006-09-21 16:02:30 UTC
Permalink
Post by brukeys
le clavia sono delle belle macchine....ma costano veramente troppo
ed hanno anche loro dei limiti che possono risultare fastidiosi.
ad ogni modo se costassero di meno sarebbero realmente rivoluzionarie.
sì, il costo è alto ma mi danno la sensazione di durare nel tempo per via
del sw upgradabile (come per il NE) e il set-up ideale per me
Post by brukeys
punti di vista
, comunque con 1000 euro con i tasti in legno non lo compri
intendevo dire che (riprendendo il "punti di vista") un clone piano come
l'mp non lo prenderei neppure per 1000 euro, non perchè non valga la cifra,
ma non rientra nel mio genere
Post by brukeys
indubbiamente non e' una macchina da trasporto (come il Yama p-250)
neppure il Promega che avevo ma c'era un altro feeling
Post by brukeys
spero di non averti fatto arrabiare
era solo per fare due risate.
scherzi... siete le persone migliori che conosca in usenet
ciao
piotre
--
http://pratocity.blogspot.com/
http://piotremtb.blogspot.com/
http://piotremusica.blogspot.com/
http://picasaweb.google.com/piotre.costantinov
Piotre
2006-09-20 16:57:09 UTC
Permalink
Post by pablo
Certo, il nord stage si può upgradare.... ma se avessi 3000 euro da
spendere in una tastiera non mi farei mica tutti sti problemi
esistenziali! :-)
ah questa volta non ho detto niente eh :-)
ciao
piotre
--
http://pratocity.blogspot.com/
http://piotremtb.blogspot.com/
http://piotremusica.blogspot.com/
http://picasaweb.google.com/piotre.costantinov
Sandro Binetti
2006-09-21 08:02:16 UTC
Permalink
Post by pablo
campionamento ogni tre semitoni (anche se su 3 livelli credo) con punti di
split udibili in diversi casi.
Dove hai trovato queste specifiche?

Io ho il CA7, che credo abbia il medesimo motore di sintesi (e credo anche
la stessa wt). Ho avuto frequenti contatti con l'area tecnica di Furcht, e
mi è stato detto che il campionamento è stato fatto in stereo su tutti gli
88 tasti.

La risposta alla velocity è stata ricreata in modo poco ortodosso, non
attraverso campioni in velocity switch, ma mettendo in rom la differenza di
armoniche a più livelli di ampiezza dello strumento reale; in pratica il
modello fisico riproduce un sample di base e gli somma un quid di armoniche
ottenute mediante interpolazione da un database di sole armoniche. Per
inciso, credo che tale strategia sia alla base dell'emulazione della
risonanza simpatica su questa serie di strumenti.
Post by pablo
A me pare assurdo che con le tecnologie attuali, in uno strumento che
vendono a oltre mille euro stiano ancora a lesinare per qualche mega di
EPROM. (e questo vale per kawai ma soprattutto per yamaha)
Io sto usando il mio CA7 per svariate ore al giorno, molte delle quali in
cuffia. Onestamente non ho mai notato con i timbri di pianoforte i limiti
che stai evidenziando tu. Col timbro di fender, invece, il salto di campione
di velocity è evidentissimo, ad esempio.
Post by pablo
Oltre tutto, questi strumenti non consentono nessuna espandibilità
o "upgradabilità", per cui, non c'è speranza di ottenere in futuro un
firmware aggiornato o un campionamento migliore o diverso.
(e anche questo vale per kawai ma soprattutto per yamaha)
Anche questo non è del tutto vero. Il mio CA7 (e suppongo anche l'es-4) sono
aggiornabili nel firmware in EEPROM. Sull'aggiornabilità dei campioni,
invece, non so nulla.

Ciao, Sandro.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
pablo
2006-09-21 11:02:53 UTC
Permalink
Post by Sandro Binetti
Post by pablo
campionamento ogni tre semitoni (anche se su 3 livelli credo) con punti
di split udibili in diversi casi.
Dove hai trovato queste specifiche?
A orecchio :-)
Però, cercando in rete ho trovato un tizio che dice più o meno per le stesse
cose, solo che lui ha un MP8
http://www.musicplayer.com/ubb/ultimatebb.php?/ubb/get_topic/f/18/t/016120.html
Post by Sandro Binetti
Io ho il CA7, che credo abbia il medesimo motore di sintesi (e credo anche
la stessa wt).
Mm mi sembra una macchina di ben altro livello, a partire dai tasti in
legno.
Post by Sandro Binetti
Ho avuto frequenti contatti con l'area tecnica di Furcht, e
mi è stato detto che il campionamento è stato fatto in stereo su tutti gli
88 tasti.
Il signor Perego di Furcht (gentilissimo) parlando del ES4 ha detto che il
campionamento è probabilmente più accurato per il Grand Piano 1, mentre non
esclude che il GP2 sia campionato ogni 3 semitoni.
Se hai questo timbro sul CA7, (sempre che sia lo stesso campionamento),
prova a controllare la differenza di timbro tra le note Lab2 / La2 / Sib 2
e quelle circostanti, suonando mf o f

Riguardo il GP1 in effetti le differenze ci sono ma forse non sono ogni 3
note.
ad esempio, alcune note a partire dal do2 a scendere, se suonate mf (circa)
sono un po più cupe delle note superiori.
Un trillo mf tra Do2 e Do#2 dovrebbe evidenziare la differenza.
Post by Sandro Binetti
La risposta alla velocity è stata ricreata in modo poco ortodosso, non
attraverso campioni in velocity switch, ma mettendo in rom la differenza
di armoniche a più livelli di ampiezza dello strumento reale; in pratica
il modello fisico riproduce un sample di base e gli somma un quid di
armoniche ottenute mediante interpolazione da un database di sole
armoniche. Per inciso, credo che tale strategia sia alla base
dell'emulazione della risonanza simpatica su questa serie di strumenti.
E in effetti, queste armoniche metalliche sono molto belle e realistiche,
solo che entrano un po troppo presto, ma potrebbe essere questione di
regolare la curva di risposta.
Purtroppo su ES4 ci sono solo 3 scelte e non c'è la curva "user defined",
come nei modelli superiori
Post by Sandro Binetti
Post by pablo
A me pare assurdo che con le tecnologie attuali, in uno strumento che
vendono a oltre mille euro stiano ancora a lesinare per qualche mega di
EPROM. (e questo vale per kawai ma soprattutto per yamaha)
Io sto usando il mio CA7 per svariate ore al giorno, molte delle quali in
cuffia. Onestamente non ho mai notato con i timbri di pianoforte i limiti
che stai evidenziando tu. Col timbro di fender, invece, il salto di
campione di velocity è evidentissimo, ad esempio.
Però nel piano elettrico è piacevole :-)
Post by Sandro Binetti
Post by pablo
Oltre tutto, questi strumenti non consentono nessuna espandibilità
o "upgradabilità", per cui, non c'è speranza di ottenere in futuro un
firmware aggiornato o un campionamento migliore o diverso.
(e anche questo vale per kawai ma soprattutto per yamaha)
Anche questo non è del tutto vero. Il mio CA7 (e suppongo anche l'es-4)
sono aggiornabili nel firmware in EEPROM. Sull'aggiornabilità dei
campioni, invece, non so nulla.
Potrei informarmi ma mi pare che nel manuale non si dica nulla di tutto ciò.
Io credo che il CA7 sia molto più vicino al MP8 che al ES4.
Forse ci sono delle similitudini, forse condividono qualche tecnologia o
qualche timbro, ma non mi sembrano paragonabili.

Il discorso dal mio punto di vista è questo: kawai, con l'ES4 ha fatto un
bellissimo strumento ad un costo accettabile.
Ovviamente contenere il prezzo significa accettare quelche compromesso.
Ora, in un piano digitale, le uniche cose che non si dovrebbero
compromettere sono il suono di piano e la tastiera.

In questo strumento si è addirittura optato per 2 soli timbri di piano (il 3
è la versione mono del GP1) anzichè i 6/8 timbri presenti come minimo i
moltissimi altri digitali anche di fascia bassa.

Pertanto, nell' ES4 non ci sono "rock piano" oppure "honky piano" o altre
robe simili, solo Grand Piano 1 e 2

Sembra evidente che in kawai hanno pensato di eliminare la fuffa e hanno
puntato tutto sul timbro principale.

E' quindi legittimo aspettarsi che questo timbro non sia solo "un buon
compromesso", ma che debba essere un "Grand Piano con i Fiocchi"

E' chiaro che a questo punto si entra nel merito delle opinioni personali,
però per quanto mi riguarda non è così.

saluti
Pablo
Sandro Binetti
2006-09-21 15:44:36 UTC
Permalink
Post by pablo
E in effetti, queste armoniche metalliche sono molto belle e realistiche,
solo che entrano un po troppo presto, ma potrebbe essere questione di
regolare la curva di risposta.
Credo che la differenza sia proprio quella del peso dei tasti. Su AWA GP a
me sembra molto naturale, ma c'è il legno ed il peso che fanno la differenza
...
Post by pablo
Purtroppo su ES4 ci sono solo 3 scelte e non c'è la curva "user defined",
come nei modelli superiori
Cacchio! Questa è una mancanza grave ... Ma cosa costava mettere una curva
user defined? Mah, strategie commerciali del menga ...
Post by pablo
Post by Sandro Binetti
Col timbro di fender, invece, il salto di
campione di velocity è evidentissimo, ad esempio.
Però nel piano elettrico è piacevole :-)
Che bello! Non sono l'unico ad amare i fender che scoppiettano all'aumentare
della velocity. E' vero, il fender originale non zompettava in quel modo, ma
le emulazioni che si comportano così rendono un timbro notoriamente molto
dinamico (ed ad attacco velocissimo) ancora più suonabile ed espressivo.

Ora che ci penso era proprio quello che mi faceva impazzire dei piani
elettrici del DX7, ad esempio, la loro innaturale ariosità all'aumentare
della velocity.
Post by pablo
Il discorso dal mio punto di vista è questo: kawai, con l'ES4 ha fatto un
bellissimo strumento ad un costo accettabile.
Beh, io ho preferito kaway per la meccanica, pur considerando la parte di
generazione di buon livello (c'è un thread di qualche mese fa sul CA7 ...).
Onestamente l'AHA non mi piace, preferisco le GH di yamaha, che comunque
suonano molto ma molto bene, forse anche meglio di kaway.
Post by pablo
Ovviamente contenere il prezzo significa accettare quelche compromesso.
Ora, in un piano digitale, le uniche cose che non si dovrebbero
compromettere sono il suono di piano e la tastiera.
Per quella fascia di prezzo yamaha è imbattibile, imho.

Ciao, Sandro.

--------------------------------
Inviato via http://arianna.libero.it/usenet/
Luke
2006-09-20 00:45:51 UTC
Permalink
Post by pablo
ciao,
il P80 aveva un timbro di piano nettamente migliore.
Mi sto stramaledicendo per averlo dato via :-(((
utilizzo il p80 da parecchi anni per lo studio a casa e per serate acustiche
ed anche io credo abbia un gran bel suono e un'ottimo tocco.

Luke
Rts
2006-09-20 10:35:32 UTC
Permalink
Hai provato il Kurzweil PC2 o PC2x?
Ti ritrovi IMHO con un buon suono di pianoforte e ottimi suoni generici
che puoi modificare sia (seppur minimamente) dalla tastiera sia usando
l'apposito editor da PC.
Senza dimenticare l'emulazione KB3...

Ciao!
Rts
Post by pablo
ciao,
eccomi di nuovo qua, dopo l'ennesimo viaggo della speranza.
Accantonato il kawai es-4 mi sono messo a provare tutto il materiale
disponibile.
Scartati vari Casio, M-Audio, Kurzweil, Korg e Roland FP5 ed FP2 rimangono i
Yamaha P140S
++ Tocco molto buono
- Timbro principale buono ma un pelino troppo "bright".
-- Pochi timbri aggiuntivi e non particolarmente impressionanti
Yamaha CP33
++ Tocco molto buono
+ qualche funzione master keyb. (che non guasta)
- Timbro principale buono ma ancora più "bright" del p140
+ maggior numero di timbri aggiuntivi, alcuni buoni alcuni meno
Roland RD300sx
- tocco un po "viscoso"
-/+ timbro principale molto bello nella parte bassa, meno nelle ottave medie
e alte (un po "sottile")
++ timbri aggiuntivi numerosi e di qualità, in particolare gli hammond e 1-2
piani elettrici.
+ funzioni master keyboard
+ funzioni aggiuntive (ritmi, eq, etc.)
In sostanza, il Roland RD300sx sembrerebbe lo strumento + versatile e più
completo, anche se gli per i suoni hammond avrei già il vk8m.
Pensando solo al pianoforte, il migliore sembrerebbe il p140.
Ci sarebbe pure il RD700sx (usato costa poco di più del RD300sx) ma quello
non sono riuscito a provarlo, inoltre non so se ho veramente bisogno di
tutta quella "potenza"
il P80 aveva un timbro di piano nettamente migliore.
Mi sto stramaledicendo per averlo dato via :-(((
Commenti / cosigli / suggerimenti sono i benvenuti
ciao
pablo
pablo
2006-09-20 19:10:44 UTC
Permalink
Post by Rts
Hai provato il Kurzweil PC2 o PC2x?
Ti ritrovi IMHO con un buon suono di pianoforte e ottimi suoni generici
che puoi modificare sia (seppur minimamente) dalla tastiera sia usando
l'apposito editor da PC.
Sembra interessante, in effetti ho fatto una prova sul 88 tasti ma siccome
il kurtz ha un po la "faccia da synth" :-) temo di essere stato prevenuto
nel giudizio
Lo proverò senz'altro
Post by Rts
Senza dimenticare l'emulazione KB3...
Che se ho capito bene sarebbe una sezione "clone hammond" ?



grazie
pablo
Rts
2006-09-21 07:13:02 UTC
Permalink
Post by pablo
Post by Rts
Hai provato il Kurzweil PC2 o PC2x?
Ti ritrovi IMHO con un buon suono di pianoforte e ottimi suoni generici
che puoi modificare sia (seppur minimamente) dalla tastiera sia usando
l'apposito editor da PC.
Sembra interessante, in effetti ho fatto una prova sul 88 tasti ma siccome
il kurtz ha un po la "faccia da synth" :-) temo di essere stato prevenuto
nel giudizio
Lo proverò senz'altro
Post by Rts
Senza dimenticare l'emulazione KB3...
Che se ho capito bene sarebbe una sezione "clone hammond" ?
Si, è una sezione clone hammond. Con gli slider puoi aggiungere e
togliere le varie drawbar.
Al volo puoi aggiungere chorus e vibrato.

Tieni conto che se devi suonare l'hammond spesso forse ti conviene la
versione semipesata (PC2).

Se riesci a trovare usata la versione con la scheda Orchestral è meglio.
Direi che è un must per lo strumento... visto che comunque non puoi
caricarci tu campioni o altro (cosa che in ogni caso non ti interessa,
mi sembra).

Ciao!
Rts
Continua a leggere su narkive:
Loading...