Discussione:
nuovo arrivo: Korg R3
(troppo vecchio per rispondere)
Turbopage
2008-06-20 06:52:23 UTC
Permalink
Era da un po' che il Kaoss Pad 3 più che altro mi ingombrava la scrivania,
allora largo ai giovani e torniamo ad un più congeniale (per me) attrezzo
tastieristico.
E infatti, dopo la parentesi Microkorg e l'apostrofo KP3, pensavo più che
altro di ricavare i soldi per passare a Reason 4 e magari scavare nel
disastrato portafogli per tirare fuori un Alesis Micron usatissimo.

Tento una vendita privata poco convinta del KP3 ma alla fine vado con lo
scatolo sotto braccio dal mio pusher di fiducia.

Riducendo ai minimi termini la questione: di Micron lui non ne vuole neanche
sentire parlare e da Korghista convinto mi offre una superfantamega
valutazione del KP3 a patto che mi porti a casa l'R3 nuovo.

Mi porge una cuffia e mi invita a spippolare sul tastierino.

Per essere l'erede del Microkorg non c'azzecca praticamente nulla: 37 tasti
praticamente normali, motore di sintesi parente stretto del Radias (quello
del MicroKorg è figlio dell'MS2000), display minimali ma funzionali sparsi
sopra ogni knob, microfono degno di questo di nome con presa XLR
direttamente a fianco dei comandi (tipo MS2000b).

Ecco pregi e difetti secondo una prima impressione a pelle:
- Bella bestia, più suonabile del MicroKorg anche se meno convincente come
grassezza del suono.
- Un VA con tanti parametri a portata di mano (il paramentro viene
individuato facilmente grazie ai mini display, sul modello della Novation
serie Remote) e knob con valore indicato dalla ghiera luminosa e dal valore
indicato sul display relativo.
- Finalmente dei tasti che le mie salsicciodita riescono a pigiare
singolarmente. Sensibili alla dinamica ma non all'aftertouch. I tasti sono
abbastanza leggerini e hanno una corsa non proprio *regolamentare* ma la
tastiera si comporta egregiamente e risponde bene al tocco.
- Divisione dei suoni per generi, come già nel MicroKorg.
- Porta USB. E già la fantasia galoppa pensando alle prossime ferie estive
con minisetup portatile + R3 al seguito :-D
- Midi thru. Mancava sul micro e qui c'è.
- Editor completissimo fornito insieme ai driver con il cd in dotazione.
- Manuale cartaceo in italiano. Finalmente il nuovo distributore italiano
(Esound) fa qualcosa di utile e speriamo di poter dimenticare quei
mattacchioni di Syncro e gli altri distributori Korg delle ere passate.

Qualche neo:
- Meno grasso e potente del Microkorg. Per assurdo ascoltando i preset e le
demo sembra di avere a che fare più con un generalista che con un VA.
Andando a smanettare più o meno seriamente si comincia ad intravedere
qualcosa di meglio.
- I knob prendono il valore di modifica solo se incontrano il vecchio valore
assegnato. Comprensibile (andando ad assegnare direttamente il nuovo valore
si sentirebbe il salto, soprattutto su valori lontani) però potrebbe creare
qualche problema dal vivo.
- Avrei preferito qualche banco libero in più.
- Il prezzo non è proprio competitivo (679 euri) ma presumo che tra qualche
mese tenderà ad allinearsi scendendo di almeno 100 euro.
- Impressione generale di una certa fragilità strutturale. Le plastiche si
sprecano e i pannellini di legno del microkorg un po' mi mancano.
Clara
2008-06-20 07:49:52 UTC
Permalink
Veramente io l'ho pagato 500 euri... (da Merula)
Post by Turbopage
- Il prezzo non è proprio competitivo (679 euri) ma presumo che tra qualche
mese tenderà ad allinearsi scendendo di almeno 100 euro.
- Impressione generale di una certa fragilità strutturale. Le plastiche si
sprecano e i pannellini di legno del microkorg un po' mi mancano.
Turbopage
2008-06-20 10:34:25 UTC
Permalink
"Clara" ha scritto
Post by Clara
Veramente io l'ho pagato 500 euri... (da Merula)
buon per te! :-)
R.Gerbi
2008-06-20 20:40:43 UTC
Permalink
Ottima disanima, trovo però R3 leggermente più esteso come range di
frequenze rispetto a Microkorg.
Intendiamoci: entrambi "spaccano i vetri" (io ho causato danni in casa
con un Microkorg in prova), però R3 beneficia di convertitori "un pelo"
più cristallini e meno ruvidi.
Sono ragionamenti da "palati fini", però su certi Lead acidi e taglienti
pare meglio anche di M3.

Giusto segnalare la bontà del microfono oltre la tastiera, perchè era un
piccolo "tallone di Achille" su Microkorg la ricerca della migliore
sensibilità in ingresso.

Complimenti per l'acquisto, quando hai demo audio (o perchè no, video!)
sai già cosa fare.

Un saluto a tutti.
R.Gerbi
--
www.myspace.com/smstrumentimusicali
Turbopage
2008-06-23 15:22:21 UTC
Permalink
"R.Gerbi" ha scritto
Post by R.Gerbi
Ottima disanima, trovo però R3 leggermente più esteso come range di
frequenze rispetto a Microkorg.
Intendiamoci: entrambi "spaccano i vetri" (io ho causato danni in casa
con un Microkorg in prova), però R3 beneficia di convertitori "un pelo"
più cristallini e meno ruvidi.
Sono ragionamenti da "palati fini", però su certi Lead acidi e taglienti
pare meglio anche di M3.
Giusto. Il micro suona nettamente più sporco dell'R3 e forse fa la sua parte
anche il fato di sentire un tal suono provenire da un coso tanto piccolo.
Post by R.Gerbi
Giusto segnalare la bontà del microfono oltre la tastiera, perchè era un
piccolo "tallone di Achille" su Microkorg la ricerca della migliore
sensibilità in ingresso.
Complimenti per l'acquisto, quando hai demo audio (o perchè no, video!)
sai già cosa fare.
Al momento sono al lavoro su altro, ma se riesco a buttare giù qualcosa lo
posto volentieri.
Turbopage
2008-11-05 20:47:09 UTC
Permalink
Riesumo questo thread. Ecco una "demo" realizzata interamente con Korg R3
(c'e' anche la mia vociaccia vocoderizzata).
Tutto registrato con Reaper, nessun effetto applicato a posteriori, solo una
normalizzazione finale.

Buon ascolto

http://rapidshare.com/files/160990493/Korg_R3.mp3.html

Cristiano

Continua a leggere su narkive:
Loading...