Discussione:
CP33 Vs MP4
(troppo vecchio per rispondere)
pablo
2006-12-14 00:28:45 UTC
Permalink
ehilà :-)

Ok sono arrivato al bivio...
Dopo mesi di tentennamenti sono pronto ad accettare la triste realtà:

Per un budget di 1000 euro il mercato attualmente offre solo questi due
modelli.
O meglio, ne esistono ovviamente altri ma li ho già scartati per un motivo o
per l'altro.

Sulla carta il kawai MP4 batte il yamaha cp33 in tutto o quasi.

Meccanica migliore (ok questo è un giudizio strettamente personale) , il
doppio di timbri, molte più regolazioni, un display leggibile e utilissimo,
una implementazione midi superiore e diverse piccole cosette.

Il cp33 offre in più i due altoparlantni a bordo che a me non interessano
però più di tanto

Questi strumenti però si acquistano principalmente per una cosa sola,: il
preset principale di piano

Il cp33 ha un grand piano che pur essendo un pelino più "vetroso" di quello
dei suoi gloriosi predecessori, resta molto bello e naturale. (confido che
con un po di eq si possa ammorbidire)

Il grand piano del MP4 è molto ricco, complesso, pieno di sfumature (e anche
qualche piccolo difetto)
Nel range basso è strepitoso, ottima la parte mediana, il range medio alto
non mi fa impazzire, mentre salendo ancora più su torna ad essere
fantastico.

Insomma a livello di suono, yamaha mi da l'idea della scelta sicura, ma
anche ovvia.
Il cuore :- ) però mi dice kawai...

Sicuramente, valutando "freddamente" le caratteristiche offerte dai due
modelli, l'acquisto migliore è il kawai MP4. Per la stessa cifra ti porti a
casa un sacco di roba (utilissima) in più.

che faccio? aiutooo!!! :-)

Una caratteristica che mi farebbe propendere immediatamente per un modello
piuttosto che l'altro sarebbe la possibilità di futuri upgrade via
software.
In effetti però per quanto ho potuto informarmi, nessuna delle due macchine
offre questa possibilità. E' vero o qualcuno ha informazioni diverse ?

grazie
pablo
Musicland
2006-12-14 01:00:56 UTC
Permalink
Post by pablo
Il cp33 offre in più i due altoparlantni a bordo che a me non interessano
però più di tanto
???????
Sei sicuro?
Post by pablo
Una caratteristica che mi farebbe propendere immediatamente per un modello
piuttosto che l'altro sarebbe la possibilità di futuri upgrade via
software.
Chiedi un po' troppo ad entrambi se lo scopo è importare timbri et similia.

La porta USB sul CP33 ha solo funzioni Host.... (USB/MIDI), idem su Mp4
dove, oltretutto, è segnalato sul manuale che questa porta esclude la
"tripletta" MIDI tradizionale quando attivata.
(non ricordo su Yamaha se è lo stesso)

Che poi vengano rilasciate release del Firmware aggiornabili tramite
assistenza tecnica, è possibile......

Caratteristiche di ognuno, qualità e numero delle timbriche, rimangono
scelte strettamente soggettive.
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
pablo
2006-12-15 00:04:32 UTC
Permalink
Post by Musicland
Post by pablo
Il cp33 offre in più i due altoparlantni a bordo che a me non interessano
però più di tanto
???????
Sei sicuro?
NO :-)
In effetti mi ricordavo male!!
Post by Musicland
Post by pablo
Una caratteristica che mi farebbe propendere immediatamente per un
modello piuttosto che l'altro sarebbe la possibilità di futuri upgrade
via software.
Chiedi un po' troppo ad entrambi se lo scopo è importare timbri et similia.
La porta USB sul CP33 ha solo funzioni Host.... (USB/MIDI), idem su Mp4
dove, oltretutto, è segnalato sul manuale che questa porta esclude la
"tripletta" MIDI tradizionale quando attivata.
(non ricordo su Yamaha se è lo stesso)
Che poi vengano rilasciate release del Firmware aggiornabili tramite
assistenza tecnica, è possibile......
Hai ragione!! in effetti sul sito kawai tedesco ho visto che è disponibile
proprio un upgrade del firmware del MP4


ciao
Paolo
brukeys
2006-12-15 12:18:33 UTC
Permalink
Post by pablo
Hai ragione!! in effetti sul sito kawai tedesco ho visto che è disponibile
proprio un upgrade del firmware del MP4
..mmMMMIIIIIIIiiiii.......

c'e' anche per l' MP9500...
..scaricato subito !!.

che buffo solo sul sito tedesco..
probabilmente saranno gli unici ad essersi presi la briga di fare
la traduzione dal giapponese...

si vede che in Germania ne vendono assai di piu'....
in effetti i kawai hanno uno stile un po' tedesco.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
umgorn
2006-12-14 07:43:42 UTC
Permalink
umgorn wrote:

alla fine il cp33 l'ho preso. l'ottica della scelta e' stata rivolta
all'esecuzione dal vivo e le ragioni che mi hanno fatto decidere a
favore del cp33sono stati i seguenti:

1) tasto pesato e meccanica da pianista che purtroppo
non si trovano piu' nelle attuali master keyboard (dopo la roland A80
che per essere uscita nel 1989 +/- nessuna master ha piu' riprodotto
tale pesatura di tastiera per chi vuole ricreare la sensazione del
tocco del pianoforte)

2) funzioni di master gestione fino a 2 expander e richiamo di (sole
ma per me sufficienti) 14 patches presettate assegnabili e
richiamabili sui 14 tasti dei suoni presettati del pannello.
oppure program change in tempo reale da 0 a 127 patches sequenziali
realizzabili con i tasti + e - . In questo caso i program devono
essere messi in fila da 0 a 127 sull'expander per essere richiamati.

3) suoni di piano: solo il piano n.1 e la sua variazione sono
veramente validi e li uso solo per esercitarmi o in situazioni dove
non devo portare troppa roba sul palco.
gli altri suoni?....lasciamo perdere!!!

4) ... pero' ci collego il K2500R + ROM piano ed altri campionamenti
ed ho tutti i pianoforti che mi servono suonati con quanto al punto 1
(se solo kurzweil avrebbe
montato la tastiera del cp33 o cp300 sulle pc2 e pc1x !!)

Praticamente l'ho scelto come mater keyboard per suonarci
prevalentemente dal vivo i suoni di piano kurzweil
(i miei preferiti) sfruttando il tocco della meccanica yamaha

Ciao

Umberto


P.S. gli altoparlanti non ci sono.
pablo
2006-12-15 00:58:45 UTC
Permalink
Post by umgorn
alla fine il cp33 l'ho preso. l'ottica della scelta e' stata rivolta
all'esecuzione dal vivo e le ragioni che mi hanno fatto decidere a
1) tasto pesato e meccanica da pianista che purtroppo
non si trovano piu' nelle attuali master keyboard
MP4 ha una meccanica altrettanto ottima e forse migliore, (ma è questione di
preferenze personali)


[...]
Post by umgorn
2) funzioni di master gestione fino a 2 expander e richiamo di (sole
ma per me sufficienti) 14 patches presettate assegnabili
MP4 ha 4 zone assegnabili internal/midi e gestisce 64 patch (e se ho capito
bene, con l'ultimo upgrade del firmware sono 128)
Post by umgorn
3) suoni di piano: solo il piano n.1 e la sua variazione sono
veramente validi e li uso solo per esercitarmi o in situazioni dove
non devo portare troppa roba sul palco.
gli altri suoni?....lasciamo perdere!!!
Io non li ho trovati cosi strepitosi anche se sono di ottima fattura.
come ho già detto, mi sembrano troppo brillanti, troppo carichi sugli alti,

La MP4 ha 8 timbri di piano acustico dei quali 2 sono molto buoni e altri
2/3 sono ben utilizzabili.
Ci sono diversi suoni di piano elettrico buoni (il wurlitzer mi è piaciuto
un sacco), un certo numero di organi drawbar niente male (molto meglio di
quello che uno si può aspettare da un piano digitale e alcuni effetti molto
sfiziosi tipo l'auto-wah-wah (ma si scrive cosi?), 2 leslie credibili (uno
con overdrive) e parecchie altre cose.
Post by umgorn
4) ... pero' ci collego il K2500R + ROM piano ed altri campionamenti
[...]
Post by umgorn
Praticamente l'ho scelto come mater keyboard per suonarci
prevalentemente dal vivo i suoni di piano kurzweil
(i miei preferiti) sfruttando il tocco della meccanica yamaha
Ho capito perchè hai scelto il cp33, però mi interesserebbe sapere se hai
avuto modo di valutare anche il kawai MP4 e se si, perchè non lo hai
scelto, visto che si tratta di una macchina con caratteristiche simili e,
in alcuni casi, superiori e che costa più o meno lo stesso prezzo?
Post by umgorn
P.S. gli altoparlanti non ci sono.
Si infatti, mi ero confuso! :-)


grazie
pablo
brukeys
2006-12-14 13:51:15 UTC
Permalink
provo a darti qualche idea per la scelta finale

fare queste prove (se non le hai fatte)

-provare la meccanica a macchina spenta
-provare il suono senza effetti (piano 1 - chiaramente)
-provare (in cuffia) l'effetto risonanza del pedale dumper
(molto importante)

-poi valutare peso e dimensioni e una custodia dedicata del costruttore
per quel modello (se c'e' comprala o ordinala subito)
(e vedi se riescu a caricarlo in macchina)

qui forse il kawai non e' vincente
ma non ci dovrebbe essere molta differenza

larghezza simile
peso simile
ma il kawai e' piu' alto (pero' il pannello inclinato puo' essere piu'
comodo

- valutare prese pedali (numero e tipo)
- valutare le whell di modulazione (tipo / dimensione / posizione 7
usabilita')

- valutare il tipo di alimentazione
yamaha ha l'alimentatore il kawai il cavo 220 (meglio il secondo

- le funzioni master e il numero di user preset
(ottime quelle del kawai 4 layer - non so per yamaha)

- usabilita' e possibilita' nella modifica dei suoni
quelle del kawai sono molto usabili grazie alle manopole multifunzione
ma nei parametri manca (penso ...almeno nell'mp9500 ) il portamento
benche' per le parti di synth monofonico la tastiera Hammer non e' il
massimo

- verificare i suoni dei piani elettrici combinati con effettestica
ed equalizzazione....che sono i suoni piu' adatti per essere suonati
con quel tipo di tastiera

- verificare pad e string ensamble (con efettistica e modulazione)
che sono altri suoni utili (secondo me) su uno stage piano

-e poi verificare bene il suono principale di piano
non prebdere piu' di tanto in considerazione i suoni di piano alternativi
che in genere sono equalizzati ed hanno dei buchi notevoli...
non contare sull'equalizzatore che inevitabilmente ti crea squilibri
di armonici e zone di tastiera a volume diverso (frequenze di taglio
e enfasi)
e tieni conto che comunque molto dipende dall'amplificazione
quindi se possibile prova i due strumenti con la stessa amplificazione
e nelle modalita' di utilizzo principale (tipo di amplificazione
e volume)

se hai tempo una letta ai manuali
(scaricali da internet ...)
tutto quello che conosci e non capisci probabilmente
nasconde dei difetti o dei problemi di utilizzo
verifica tutto cio' che pensi ti servira'....


....e fai la tua scelta
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Musicland
2006-12-14 21:52:10 UTC
Permalink
Post by brukeys
- valutare il tipo di alimentazione
yamaha ha l'alimentatore il kawai il cavo 220 (meglio il secondo
Perchè meglio il secondo?
Post by brukeys
non contare sull'equalizzatore che inevitabilmente ti crea squilibri
di armonici e zone di tastiera a volume diverso (frequenze di taglio
e enfasi)
Beh, dimentichi che l'equalizzatore non è da sottovalutare per funzioni
correttive, specie poi se sarà il Live il "pane quotidiano" del pianoforte.
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
brukeys
2006-12-15 13:11:32 UTC
Permalink
Post by Musicland
Post by brukeys
- valutare il tipo di alimentazione
yamaha ha l'alimentatore il kawai il cavo 220 (meglio il secondo
Perchè meglio il secondo?
beh e' chiaro che le valutazioni personali sono sempre soggettive
(poi ognuno la pensa come gli pare)
comunque gia' lo sai come la penso....
sara' un problema mio ma a me gli alimentatori esterni si rompono
continuamente...
tra spine che si incastrano nelle ciabatte,
cavetti che si interrompono e fanno falsi contatti,
spinottini che sguazzano negli attacchi
(e che sul mercato esistono solo di qualita' infima)

invece coi cavi 220 non ho mai avuti problemi (sono belli tosti)
e basta che te ne porti uno di ricambio e all'occorrenza va bene
per tutti
invece con gli alimentatori devi beccare la tensione, la fase,
il tipo (ac/dc) la tipologia (elettomagnetico/switching),
e spesso ti becchi certe ronze....

daccordo tu mi dirai si puo' rompere anche quello interno
a me pero' non e' mai successo,
invece qelli esterni mi si sono rotti tutti (piu' volte)
e per alcuni non riesco a trovare quello di ricambio
(che poi se anche lo trovi ti costa un fottio)
Post by Musicland
Post by brukeys
non contare sull'equalizzatore che inevitabilmente ti crea squilibri
di armonici e zone di tastiera a volume diverso (frequenze di taglio
e enfasi)
Beh, dimentichi che l'equalizzatore non è da sottovalutare per funzioni
correttive, specie poi se sarà il Live il "pane quotidiano" del pianoforte.
..no..no e' chiaro che poi magari lo usi..
ma in fase di prova molto meglio ragionare sul suono nudo...
quando usi l'equalizzatore e' inevitabile che si possano
sbilanciare i volumi dei tasti su cui insistono le frequenze di taglio,

e poi diventa difficile capire se dipende dal suoono base o da come lo
hai equalizzato...

< secondo me > e' importante avere un suono che funziona bene senza
equalizzazione...poi magari la aggiungi ma per una ragione specifica...
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
Musicland
2006-12-16 07:39:33 UTC
Permalink
Post by brukeys
beh e' chiaro che le valutazioni personali sono sempre soggettive
(poi ognuno la pensa come gli pare)
Beh... sugli alimentatori la soggettività c'entra un po' meno.....
Un tempo era uan questione "prettamente" tecnica......
Post by brukeys
sara' un problema mio ma a me gli alimentatori esterni si rompono
continuamente...
Beh... direi di si.
Non li lascerai mica "a penzoloni" dietro la tastiera?
Post by brukeys
tra spine che si incastrano nelle ciabatte,
cavetti che si interrompono e fanno falsi contatti,
spinottini che sguazzano negli attacchi
(e che sul mercato esistono solo di qualita' infima)
Mazza.....
Li "maltratti" allora.....
Post by brukeys
invece con gli alimentatori devi beccare la tensione, la fase,
il tipo (ac/dc) la tipologia (elettomagnetico/switching),
e spesso ti becchi certe ronze....
Ragà... in certi casi, un catalogo Bespeco, per esempio, aiuta........
Post by brukeys
daccordo tu mi dirai si puo' rompere anche quello interno
a me pero' non e' mai successo, (cut)
No, non è questo il problema.
L'alimentatore interno è sempre un bel "generatore di ronzio" messo vicino
al generatore sonoro.
(in breve)
Esterno, evita qualche problema che si pensa superato nel 2006, però può
essere sempre "dietro l'angolo".
Post by brukeys
..no..no e' chiaro che poi magari lo usi..
ma in fase di prova molto meglio ragionare sul suono nudo...
quando usi l'equalizzatore e' inevitabile che si possano
sbilanciare i volumi dei tasti su cui insistono le frequenze di taglio,
Insisti su questo "parametro", ma non valuti che l'Eq onboard e l'esempio
può essere il CP300 in fase di prova, se parametrico, consente invece di
"ammorbidire" il timbro andando a correggere determinate "sfumature"
rendendo il timbro estremamente plasmabile secondo l'utilizzo.
(in un mio recente brano, il timbro "grand Piano 1" è diventato un gradevole
Mellow senza utilizzare la variante offerta da Yamaha.)
Quando c'è, meglio non sottovalutarlo e calcolare le possibilità di
utilizzo.
Il "pelo nell'uovo" sul "colosso" Yamaha?
L'impossibilità di trasmettere i parametri verso l'esterno: d'accordo,
saranno pochi a farlo, però un cambio parametro "al volo" durante una
registrazione MIDI potrebbe risultare utile.
Post by brukeys
< secondo me > e' importante avere un suono che funziona bene senza
equalizzazione...poi magari la aggiungi ma per una ragione specifica...
(IMHO)
Avere un timbro che nel tuo impianto personale "suona da Dio", per poi
andare sul palco e trovare un P.A. "Indecente" che lo tramuta in una
"pianolina" e non avere possibilità di correzione e "brutto".
Avere l'equalizzazione Onboard se questa è la tipologia d'utilizzo è un
bene, perchè o deleghi il lavoro ad un buon Eq esterno se vuoi mantenere la
catena del segnale ottimale se non c'è Onboard..... oppure devi affidarti
alle "sapienti mani" del fonico di turno... alla qualità del suo Mixer....
etc..etc....
Ho ricevuto in dono il "mega cofanetto" di Ligabue e se c'è una cosa che
"poco tollero" è sentire il pianoforte digitale che non "Buca" il Mix in
alcuni pezzi.... semplicemente "sega le orecchie"....
(un timbro in stile CP anni settanta.... senza un "pezzetto di corpo"....)
E sto segnalando un utilizzo "mirato".....
Il musicista che cambia palco e impianto tutte le sere, se ha già strumento
correttivo valido nel suo piano, incontra meno problemi.

Non dimentichiamoci che le prime variazioni dinamiche sui pianoforti "Entry
level", ancora oggi sfruttano l'intervento di un filtro quando i multisample
in Layer sono meno di tre.
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
brukeys
2006-12-18 11:16:46 UTC
Permalink
non te la prendere...
ma la cosa e' soggettiva...
Post by Musicland
Post by brukeys
beh e' chiaro che le valutazioni personali sono sempre soggettive
(poi ognuno la pensa come gli pare)
Beh... sugli alimentatori la soggettività c'entra un po' meno.....
Un tempo era uan questione "prettamente" tecnica......
c'entra e come fipende dall'uso che fai della tastiera
Post by Musicland
Post by brukeys
sara' un problema mio ma a me gli alimentatori esterni si rompono
continuamente...
Beh... direi di si.
Non li lascerai mica "a penzoloni" dietro la tastiera?
no lascio la tastiera a penzoloni dietro l'alimentatore...
puo' dipendere da questo ??
Post by Musicland
Post by brukeys
tra spine che si incastrano nelle ciabatte,
cavetti che si interrompono e fanno falsi contatti,
spinottini che sguazzano negli attacchi
(e che sul mercato esistono solo di qualita' infima)
Mazza.....
Li "maltratti" allora.....
non e' questione ci sto' attentissimo...ma dipende dall'uso che ne fai..
se ti sposti tra sale prove, palchi, ed uso casalingo prima o poi
qualche problema lo hai (soprattutto se ti muovi con 2/3 tastiere)

..monta /smonta /trasporta/ arrotola/ attacca / stacca ...
..finisce che si danneggiano...

senza contare che anche in casa qualcuno che infila la scopa in mezzo ai
cavi prima o poi ti capita...

per non parlare di quando compri sull'usato (che ne sai come lo hanno
tenuto ? )
Post by Musicland
Post by brukeys
invece con gli alimentatori devi beccare la tensione, la fase,
il tipo (ac/dc) la tipologia (elettomagnetico/switching),
e spesso ti becchi certe ronze....
Ragà... in certi casi, un catalogo Bespeco, per esempio, aiuta........
.in altri no ..cerca un 10.5 volt alternata per oberheim...
oppure quello degli expander peavey...
Post by Musicland
Post by brukeys
daccordo tu mi dirai si puo' rompere anche quello interno
a me pero' non e' mai successo, (cut)
No, non è questo il problema.
L'alimentatore interno è sempre un bel "generatore di ronzio" messo vicino
al generatore sonoro.
sara' ma la maggior parte dei tentivi di sostituzione con alimentatori
non originali (benche' di qualita') si e' risolta con ronzii sugli altri
apparecchi
Post by Musicland
(in breve)
Esterno, evita qualche problema che si pensa superato nel 2006, però può
essere sempre "dietro l'angolo".
lo preferisco dietro l'angolo che in mezzo ai piedi.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
pablo
2006-12-15 00:28:42 UTC
Permalink
Post by brukeys
provo a darti qualche idea per la scelta finale
fare queste prove (se non le hai fatte)
Le ho fatte tutte o quasi, anche se a distanza di tempo (gli strumenti erano
in due negozi diversi)


[...]
Post by brukeys
....e fai la tua scelta
Facile no? :-)

La macchina più adatta a me è la MP4 se non fosse che il timbro principale
non mi convince del tutto ;-(

Stessa cosa per il cp33, anche se il DNA del timbro è sempre yamaha e
pertanto, in fondo in fondo, è sempre un gran bel suono ;-(

Questo è il dilemma: alla fine, bisogna accettare il compromesso del "meno
peggio"

Bisogna però riconoscere a kawai che lo sforzo ingegneristico compiuto per
il MP4 è notevole e la macchina vale quello che costa (e probabilmente
anche di più)

Diverso il discorso per yamaha, che invece di innovare propone un p140 che è
un p120 "downgradato" e un cp33 che è una copia sbiadita del vecchio P80/90
con in aggiunta 2 funzioncine per l'uso come master

grazie
pablo
Musicland
2006-12-15 01:06:19 UTC
Permalink
Post by pablo
Diverso il discorso per yamaha, che invece di innovare propone un p140 che è
un p120 "downgradato"
Scusa: in quale caratteristica?
Post by pablo
e un cp33 che è una copia sbiadita del vecchio P80/90
con in aggiunta 2 funzioncine per l'uso come master
Veramente è un CP300 senza Eq, display etc..etc....

In più rispetto ad un "vecchio" serie P ha qualche "cosina in più".....
Porta USB, due pedali, control sliders...etc..etc....

Non si può fare "paragone" tra i prodotti, perchè anche se per te può
sembrare poco quanto offerto, appartengono a due categorie diverse (come
differenzia giustamente Yamaha).

Più "logico" il paragone nell'oggetto del Thread.....
(due prodotti concorrenti....)
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
pablo
2006-12-15 11:32:39 UTC
Permalink
Post by Musicland
Post by pablo
Diverso il discorso per yamaha, che invece di innovare propone un p140 che è
un p120 "downgradato"
Scusa: in quale caratteristica?
- non ha le uscite L/R jack 1/4' (scandaloso!!)
- l'uscita aux (2 RCA) che rimane unica disponibile per andare al mixer mi
risulta che non viene regolata dallo slider del volume. (ri-scandaloso!!)

- la presa cuffia è una minijack (sul 120 erano 2 da 1/4')
- le casse sono da 6w mentre sul 120 dichiaravano 2x12w
- manca la presa "to Host" per collegamento diretto alla seriale del pc
- sui timbri, mi risulta che sono solo 14 e non 14 + 14 variation come nel
120
- mentre sui modi split e layer mi risulta che sono fissi e non liberamente
assegnabili, tra l'altro questo "ruba" 2 presets perchè in realtà ne hai 12
+ 1 layer e 1 split
Post by Musicland
Post by pablo
e un cp33 che è una copia sbiadita del vecchio P80/90
con in aggiunta 2 funzioncine per l'uso come master
Veramente è un CP300 senza Eq, display etc..etc....
Si, è un modo molto diplomatico per descrivere la cosa.
A questo proposito mi sono sempre domandato come possa il cp300 pesare 30Kg
rispetto ai 18kg del cp33 quando hanno la stessa meccanica. Capisco che
possa avere qualche schedina elettronica in più, magari avrà anche
l'alimentatore interno, ma 12Kg sono parecchi.
Post by Musicland
In più rispetto ad un "vecchio" serie P ha qualche "cosina in più".....
Porta USB, due pedali, control sliders...etc..etc....
Si, è quello che dicevo, però, a parte questi minimi adeguamenti, direi
anche dovuti, il core è rimasto quello.
Stessa polifonia, stessa generazione, stessa meccanica stesso tutto.
Forse i timbri sono stati leggermente rilavorati, ma con una dubbia riuscita
purtroppo.
La serie P è nata nel 2000 ? 2001 ? è stata mitica, certamente, ma ora siamo
del 2007 e 6 o 7 anni sono una intera epoca storica in ambito
musical/digitale.
Mi pare quasi che yamaha si sia un po adagiata sugli allori (meritatissimi
peraltro) della serie P e abbia svecchiato la gamma più per un'operazione
di market(t)ing che altro.
Post by Musicland
Non si può fare "paragone" tra i prodotti, perchè anche se per te può
sembrare poco quanto offerto, appartengono a due categorie diverse (come
differenzia giustamente Yamaha).
Si, hai ragione, anche se sono differenze appunto un po forzose, ottenute
amputando (downgradando) l'oggetto originale.
Io credo che se avessero mantenuto il p120 nessuno avrebbe comprato il p140
visto che offre tutto sommato diverse cosucce in meno.
Tra l'altro, nel settore dell'elettronica e del digitale, uno si aspetta che
i progressi continui consentano di avere nel modello successivo sempre più
features ad un prezzo uguale o magari inferiore.
E' così per i PC, per le memorie, per le macchinette digitali, per i
telefonini ed è sempre stato così anche per le tastiere.
Fare nuovi modelli che offrono meno dei precedenti ma allo stesso prezzo o
superiore è andare contro le aspettative degli acquirenti (che poi ci
restano male)
Post by Musicland
Più "logico" il paragone nell'oggetto del Thread.....
(due prodotti concorrenti....)
Ancora una volta hai perfettamente ragione, ma io sono politically
uncorrect :-)

ciao
pablo
brukeys
2006-12-15 14:46:42 UTC
Permalink
Post by pablo
- non ha le uscite L/R jack 1/4' (scandaloso!!)
,,,aaaaAARRRrrrggGGHHHhhhhh......
Post by pablo
- l'uscita aux (2 RCA) che rimane unica disponibile per andare al mixer mi
risulta che non viene regolata dallo slider del volume. (ri-scandaloso!!)
e' scandaloso che non ci sia una uscita jack
ma dato che non c'e' ha senso che l'altra sia RCA
(tanto mica te lo vorrai porta' sul palco) almeno lo attacchi
facilmente allo stereo
e che una sia fissa e una variabile puo' essere una scelta valida
(anche se magari ha piu' senso su una uscita DI - xlr )
Post by pablo
- la presa cuffia è una minijack (sul 120 erano 2 da 1/4')
beh tanto a sto' punto ci attacchi la cuffia del walkman
Post by pablo
- le casse sono da 6w mentre sul 120 dichiaravano 2x12w
beh magari e' piu' leggera
Post by pablo
- manca la presa "to Host" per collegamento diretto alla seriale del pc
vabbe' tanto pe' quello che servono , se poi non hai dei software
dedicati e devi usare un sequencer probabilmente hai gia' l'interfaccia
midi
Post by pablo
- sui timbri, mi risulta che sono solo 14 e non 14 + 14 variation come nel
120
- mentre sui modi split e layer mi risulta che sono fissi e non liberamente
assegnabili, tra l'altro questo "ruba" 2 presets perchè in realtà ne hai 12
+ 1 layer e 1 split
beh' se e' cosi lo usi proprio solo a casa (o poco piu')
Post by pablo
Post by Musicland
Post by pablo
e un cp33 che è una copia sbiadita del vecchio P80/90
con in aggiunta 2 funzioncine per l'uso come master
Veramente è un CP300 senza Eq, display etc..etc....
Si, è un modo molto diplomatico per descrivere la cosa.
A questo proposito mi sono sempre domandato come possa il cp300 pesare 30Kg
rispetto ai 18kg del cp33 quando hanno la stessa meccanica. Capisco che
possa avere qualche schedina elettronica in più, magari avrà anche
l'alimentatore interno, ma 12Kg sono parecchi.
neanche piu' di tanto se ci metti due (o piu') begli altoparlanti
lo devi fare profondo , il case diventa enorme e pesa,
poi magari ti tocca mettere dei rinforzi interni per evitare che collasa
sul suo peso ... se poi hai anche le rotelle di lato e' ancora piu' largo
e devi evitare che si piega..quindi altri rinforzi

.. scusa ma stavi a parla' del P140 e sei passato al cp33 ???
.. beh tutte le tastiere hanno dei difetti se mischi quelle di piu'
modelli....


da come lo descrivi (il P140) mi sembra non priva di senso
almeno se e' leggera e costa poco
(magari e' uscita da poco poi il prezzo cala)

mi sembra adatta a chi cambia spesso casa, ha pochi soldi,
e suonacchia per divertimento utilizzando uno stereo Lo-Fi

e visto come butta la situazione di lavoro e alloggi negli ultimi tempi
ho paura che ci sia molta gente che lo trova comodo......
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
pablo
2006-12-15 15:11:12 UTC
Permalink
Post by brukeys
Post by pablo
- non ha le uscite L/R jack 1/4' (scandaloso!!)
,,,aaaaAARRRrrrggGGHHHhhhhh......
Post by pablo
- l'uscita aux (2 RCA) che rimane unica disponibile per andare al mixer
mi risulta che non viene regolata dallo slider del volume.
(ri-scandaloso!!)
e' scandaloso che non ci sia una uscita jack
ma dato che non c'e' ha senso che l'altra sia RCA
(tanto mica te lo vorrai porta' sul palco) almeno lo attacchi
facilmente allo stereo
e che una sia fissa e una variabile puo' essere una scelta valida
(anche se magari ha piu' senso su una uscita DI - xlr )
Ehmm quella variabile non c'è :-)
C'è solo una uscita stereo (aux) con due attacchi rca (Left e Right) e
volume _fisso_ !!!


[....]
Post by brukeys
Post by pablo
Si, è un modo molto diplomatico per descrivere la cosa.
A questo proposito mi sono sempre domandato come possa il cp300 pesare
[...]
Post by brukeys
neanche piu' di tanto se ci metti due (o piu') begli altoparlanti
lo devi fare profondo , il case diventa enorme e pesa,
poi magari ti tocca mettere dei rinforzi interni per evitare che collasa
sul suo peso ... se poi hai anche le rotelle di lato e' ancora piu' largo
e devi evitare che si piega..quindi altri rinforzi
grazie della spiegazione, non ci avevo pensato!
Post by brukeys
.. scusa ma stavi a parla' del P140 e sei passato al cp33 ???
Era solo una divagazione per dire che nel rinnovo della gamma non è che ci
siano state innovazioni strepitose da parte di yammi (anzi)

[...]
Post by brukeys
.. beh tutte le tastiere hanno dei difetti se mischi quelle di piu'
modelli....
non era una critica al cp300 che non ho mai provato, mi domandavo solo il
perchè del peso, ma non avevo pensato agli altoparlanti
Post by brukeys
da come lo descrivi (il P140) mi sembra non priva di senso
almeno se e' leggera
18Kg
Post by brukeys
e costa poco
(magari e' uscita da poco poi il prezzo cala)
attualmente dovrebbe stare intorno 1000 e qualcosa
Post by brukeys
mi sembra adatta a chi cambia spesso casa, ha pochi soldi,
e suonacchia per divertimento utilizzando uno stereo Lo-Fi
e spende 1000 euro per fare questo?
Post by brukeys
e visto come butta la situazione di lavoro e alloggi negli ultimi tempi
ho paura che ci sia molta gente che lo trova comodo......
Non avendo scelta....


ciao
pablo
brukeys
2006-12-15 15:36:34 UTC
Permalink
Post by pablo
Post by brukeys
da come lo descrivi (il P140) mi sembra non priva di senso
almeno se e' leggera
18Kg
se la tastiera (intendo i tasti) e' di qualita' penso che sia proprio
il minimo... per dare l'inerzia ai tasti ci sono in genere delle
staffe mobili di metallo (o comunque altre cose pesanti)
quando moltiplichi per 88 la cosa pesa...se poi hai gli altoparlanti
oltra al peso dei magneti c'e' il problema che devi fare il case profondo

se alla fine usi un case leggero (e senza rinforzi)
quanto meno si piega
a me e' capitato con una fatar 61 (comprata come es demo rotta)
l'avevano fatta talmete leggera che si era piegata a banana
ho dovuto smontarle e rinforzarla
Post by pablo
Post by brukeys
e costa poco
(magari e' uscita da poco poi il prezzo cala)
attualmente dovrebbe stare intorno 1000 e qualcosa
Post by brukeys
mi sembra adatta a chi cambia spesso casa, ha pochi soldi,
e suonacchia per divertimento utilizzando uno stereo Lo-Fi
e spende 1000 euro per fare questo?
..mi sa tanto che dovranno abbasrne il prezzo
Post by pablo
Post by brukeys
e visto come butta la situazione di lavoro e alloggi negli ultimi tempi
ho paura che ci sia molta gente che lo trova comodo......
Non avendo scelta....
io lo dico pe' ride....pero' vedo un sacco di persone che lavorano
come negri per due lire, e si spostano da una camera in affitto all'altra,
magari anche da una citta' all'altra
con il loro stereo portatile MP3 (e poco altro)...

,,,che se la sera non ti ascolti almeno un po' di musica,
te cala in testa come 'na scure la depressione ..

ed il tempo per suonare con gli altri te lo scordi...
(che tanto nei locali non e' che ti mettono il tappeto rosso all'ingresso)

..e' inevitabile che il mercato si adegua...

da come lo descrivi sembrerebbe un casio Privia per chi non
si accontenta della qualita' di suoni e tastiera ed ha
4 soldi in piu' da spendere
o magari qualcuno che gle lo regala
..che tanto in Italia 'na mamma ce la abbiamo quasi tutti....

a parte questo sono il primo io a fare fatica a capire le politiche
di mercato legate alle tastiere....
..tra un po' suoneremo tutti col PC.
Post by pablo
ciao
pablo
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
brukeys
2006-12-15 16:03:21 UTC
Permalink
...e comunque a parte tutto il resto io un MP9500 me lo sono comprato
per l'uso casalingo e per registrare (www.periferiadelmondo.it)
(che e' intrasportabile) e lo trovo strafantastico.

e non e' escluso che prima o poi mi accatto pure l'MP4 per l'utilizzo
live,,,,,il fatto e' che porcamatosca una 88 tasti,
nella panda non mi ci entra proprio.
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
FatherMcKenzie
2006-12-15 17:01:47 UTC
Permalink
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
suo posto? ***@keys.it (brukeys) raccoglie il riso nella chiesa
dove si è celebrato un matrimonio, vive in un sogno...
Post by brukeys
porcamatosca una 88 tasti,
nella panda non mi ci entra proprio.
Perché tu non hai il tettuccio apribile, noooo
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
FatherMcKenzie
2006-12-15 16:49:15 UTC
Permalink
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
suo posto? ***@keys.it (brukeys) raccoglie il riso nella chiesa
dove si è celebrato un matrimonio, vive in un sogno...
Post by brukeys
..tra un po' suoneremo tutti col PC.
Scirdatevelo :). Io non faccio testo per età e incapacità, ma non
cambierei un vero piano digitale con un PC controllato da una
tastierina. Se poi si usa il piano e il Pc, vabbe' (anche se per ora
resta un mistero per me, più che registrare col microfono tra le gambe
(non scherzo, ci ho provato, non è molto comodo) non riesco :)

PS E se avessi avuto un piano serio invece dell'esemplare romeno che
avevo in casa, avrei tenuto quello.
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
brukeys
2006-12-15 17:20:56 UTC
Permalink
ao'....se fa pe' ride....
Post by FatherMcKenzie
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
dove si è celebrato un matrimonio
qua rischiamo che prima o poi ce lo magnamo sto' riso....
Post by FatherMcKenzie
vive in un sogno...
..il fantastico mondo di brukeys.....
Post by FatherMcKenzie
Post by brukeys
..tra un po' suoneremo tutti col PC.
Scirdatevelo :). Io non faccio testo per età e incapacità, ma non
cambierei un vero piano digitale con un PC controllato da una
tastierina.
assolutamente daccordo...
anche per quanto riguarda eta' ed incapacita'....

un giorno o l'altro mi stacco le mani e le butto
Post by FatherMcKenzie
Se poi si usa il piano e il Pc, vabbe' (anche se per ora
resta un mistero per me, più che registrare col microfono tra le gambe
(non scherzo, ci ho provato, non è molto comodo) non riesco :)
ci sarebbe un'altro posto....ma il suono viene un po' attutito...
almeno penso...io non provato...

a parte gli scherzi ci vogliono due giraffe o anche uno stendino
pieghevole (quello per i panni) attaccato al soffitto con due microfoni
ai lati (pensando al verticale)...
.. la seconda risolve i problemi di spazio ma non e' molto
bello a vedersi.
e comunque senza due microfoni seri a condensatore i risultati restano
pessimi
Post by FatherMcKenzie
PS E se avessi avuto un piano serio invece dell'esemplare romeno che
avevo in casa, avrei tenuto quello.
io me lo stavo per comprare...ma non c'era lo spazio (lo volevo a coda)

o meglio una soluzione c'era bucare un muro e metterlo con la tastiera
in salotto e la coda in camera da letto ...
avrei avuto comunque problemi ad aprire il "cofano"
oltre a qualche altro disservizio acustico...

e poi non sopporto i pianoforti scordati
ed ho troppi vicini
--
questo articolo e` stato inviato via web dal servizio gratuito
http://www.newsland.it/news segnala gli abusi ad ***@newsland.it
FatherMcKenzie
2006-12-15 17:51:54 UTC
Permalink
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
suo posto? ***@keys.it (brukeys) raccoglie il riso nella chiesa
dove si è celebrato un matrimonio, vive in un sogno...
Post by brukeys
o meglio una soluzione c'era bucare un muro e metterlo con la tastiera
in salotto e la coda in camera da letto ...
Originale soluzione ispirata all'architettura d'interni in voga in
Usa, l'open space... a questo punto ci vuole una veranda
Post by brukeys
avrei avuto comunque problemi ad aprire il "cofano"
volevi prepararlo alla John Cage, eh? Beccato.
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
FatherMcKenzie
2006-12-15 17:01:20 UTC
Permalink
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
suo posto? ***@keys.it (brukeys) raccoglie il riso nella chiesa
dove si è celebrato un matrimonio, vive in un sogno...
Post by brukeys
penso che sia proprio
il minimo... per dare l'inerzia ai tasti ci sono in genere delle
staffe mobili di metallo (o comunque altre cose pesanti)
quando moltiplichi per 88 la cosa pesa...
be', il Roland FP-2 è un modello estremamente compatto e facile da
trasportare. Pesa solo 14, 6 Kg, poco più di un arranger.
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
Musicland
2006-12-16 08:51:20 UTC
Permalink
Post by pablo
- non ha le uscite L/R jack 1/4' (scandaloso!!)
Permetti: la differenza tra due Jack da 6,3 e due Pin/Rca quando si tratta
di segnale di linea?
"Scandaloso" probabilmente per il tuo utilizzo, ininfluente per il mio.
(non c'è alcuna "perdita" sul segnale essendo la stessa cosa, cambia solo il
connettore)
Post by pablo
- l'uscita aux (2 RCA) che rimane unica disponibile per andare al mixer mi
risulta che non viene regolata dallo slider del volume. (ri-scandaloso!!)
Come sopra riguardo lo "scandaloso".
L'uscita audio definita "Fixed" fornisce il segnale ottimale in uscita,
utile (secondo Yamaha) in fase di registrazione o per trasferire il segnale
ad un banco.
Oltretutto, sempre ad essere "pignoli", se hai le mani impegnate in un
passaggio, forse non è meglio destinare il volume ad un CC7 sul pedale
assegnabile?

Riassumendo: la scomparsa della coppia di Out controllati da slider può far
"storcere" il naso a qualcuno (è il tuo caso), ma il piano comunque rimane
utilizzabile.
Post by pablo
- la presa cuffia è una minijack (sul 120 erano 2 da 1/4')
Vabbè dai..... anche sui Casio e altri modelli è in questo formato e sulle
cuffie, c'è sempre due tipologie di connettore.
Se lo scopo è "demolirlo", allora è un altro discorso.....
Post by pablo
- le casse sono da 6w mentre sul 120 dichiaravano 2x12w
La potenza "buttata sul piatto in questo modo" può anche non dire molto:
A) Hanno cambiato amplificatore con uno nuovo che, con minor potenza offre
una migliore resa?
B) Per il contenimento dei pesi hanno scelto amplificazione "minore", anche
come peso pur mantenendo la resa invariata?

...Calcolando che alcuni pianoforti digitali "entry level" offrono 3 watt
per canale, sufficienti per farsi "benedire" dai vicini...... in altri casi
dichiarao 15 e più watt e hanno diffusori veramente "scandalosi".....
Post by pablo
- manca la presa "to Host" per collegamento diretto alla seriale del pc
La scelta qui dipende dal riscontro del mercato.
Siamo onesti: quanti tra noi sfruttano una porta Host e quanti, oggi, si
"buttano" sull'USB quando c'è?
Volendo, si può criticare l'assenza della porta più recente.....

Ti è sfuggito un punto "fondamentale" però delle connessioni: hai notato che
si sono accorti che posizionate di lato sono moooolto scomode e, nelle
ultime serie, passa posteriormente?
Hai notato che le prese cuffia tornano davanti?
"piccole sfumature" che possono fare la differenza quando l'utenza non
apprezza alcune "rivoluzioni"... (vedi quella del pannello laterale....)
Post by pablo
- sui timbri, mi risulta che sono solo 14 e non 14 + 14 variation come nel
120
Ahia.... quando si casca sul numerico riguardo ai timbri mi preoccupo.....
Le Variation, in alcuni casi, cosa sono in realtà?
Te lo sei chiesto o pensi che sono 14 ulteriori timbri?
Oltretutto: sappiamo se i 14 timbri presenti sono identici a quelli del P120
o si è preferito sfruttare la quantità di memoria disponibile per inglobare
qualche "Nuova Release"?
Post by pablo
- mentre sui modi split e layer mi risulta che sono fissi e non liberamente
assegnabili, tra l'altro questo "ruba" 2 presets perchè in realtà ne hai 12
+ 1 layer e 1 split
Gente... non facciamo confusione però!
Quando uno cerca un punto di split in stile "MIDI Master Keyboard" su un
pianoforte digitale, forse è meglio che sia conscio che sta cercando la
funzione di un determinato modello su un altro.....
A questo punto, valutare se la funzione effettivamente c'è.... poi
verificare se si può adattare al proprio utilizzo.

Su un pianoforte digitale, il costruttore "piazza" un timbro in split per il
Jazzista.... c'è sul CP e offre Wood Bass e un piatto ride sulla sinistra,
un timbro di piano sulla destra.
Più o meno (il ride) la Patch presente sul P140.... Morale: le Patch sono 13
più una con punto di split "fisso".
Per il resto, la funzione Dual è liberamente assegnabile per i 13 timbri, il
punto di Split altrettanto ma su due specifiche categorie timbriche per ogni
parte: quelle Preset per la parte Right più 4 timbriche di basso (tra cui
quella con il Ride) sulla parte Left.

Se stiamo a "guardare" il numero di timbriche disponibili, salta fuori che
ne hai 4 in più nascoste......
Se stiamo a "guardare" l'utilizzo pianistico.... c'è tutto il
necessario.....
Se il tuo scopo è altro riguardo il punto di Split, forse non è meglio
valutare il P140 come un Controller MIDI e non come una "pseudo Master"?
Post by pablo
Si, è un modo molto diplomatico per descrivere la cosa.
Beh.... la "diplomazia" c'entra poco quando "dentro" scopri che la "base" è
la stessa nei due modelli.
Post by pablo
Si, è quello che dicevo, però, a parte questi minimi adeguamenti, direi
anche dovuti, il core è rimasto quello.
Cioè?
Mi stai scrivendo che ti apsetti che un pianoforte Yamaha "suoni" un po' più
Fazioli per assurdo?
Il timbro è quello come personalità.... con il tempo sono cresciuti i
livelli in Layer i DSP relativi agli effetti riguardanti il pianoforte (non
un Reverb.... ma la risonanza simpatetica... etc..etc...) e altro, passando
da modello a modello.
La "logica" è che se già possiedi uno Yamaha, ti devi sedere su quello
successivo e trovarti a "casa" tua come timbro.
Non deve stupirti come "rivoluzione".... devi saper cogliere le nuove
sfumature per convincerti che quello nuovo offre qualcosa in più.
Se non cogli.... Amen, ti tieni il tuo.
Post by pablo
Stessa polifonia,
Parametro valido per stabilire che sono identici?
Post by pablo
stessa generazione,
Come arrivi a questa conclusione?
Leggi "Dynamic Stereo Sampling" e ti blocchi pensando: "Già visto, già
sentito"?
Post by pablo
stessa meccanica
Azz.... vorresti qualcosa in meno?
La GH è una delle più apprezzate per la qualità nonostante il peso ridotto!
Non so se hai presente cosa vuol dire inserire una Real Wood (per assurdo)
su un CP300.
Altro che 30Kg e rinforzo in legno sul piano inferiore per irrigidirlo!
Post by pablo
stesso tutto.
Ti suggerisco di rivedere alcuni parametri un po' troppo "lapidari"....
Post by pablo
Forse i timbri sono stati leggermente rilavorati, ma con una dubbia riuscita
purtroppo.
Rilavorati?
Post by pablo
La serie P è nata nel 2000 ? 2001 ? è stata mitica, certamente, ma ora siamo
del 2007 e 6 o 7 anni sono una intera epoca storica in ambito
musical/digitale.
Permetti: anche la Punto è uscita nel 94', questo ti porta a pensare che i
contenuti dell'ultima sono identici a quella della prima uscita?
Semmai, è criticabile chiamare CP una serie riprendendo una "storica
denominazione" e non trovare un timbro (uno solo eh?) all'interno dei due
pianoforti che richiami quello storico pianoforte elettrico......
Questo lo scopri "curiosando" con lo strumento davanti.....
Post by pablo
Mi pare quasi che yamaha si sia un po adagiata sugli allori (meritatissimi
peraltro) della serie P e abbia svecchiato la gamma più per un'operazione
di market(t)ing che altro.
No....
Posso discutere su alcune riduzioni, come ho fatto, su alcune connessioni
nel pannello sul P140, ma riguardo "l'adagiarsi sugli allori" lo escludo
perchè il "salto" dalla prima serie P è udibile provando gli ultimi.
Tralasciando le correzioni sulla meccanica GH già segnalate da alcuni....
(mica cosa da poco) ci sono anche degli aggiornamenti tecnologici che,
forse, a te sfuggono..... piccole sfumature o "grossi inserimenti" (come
l'EQ parametrico sui più "grossi P") a cui altri devono ancora porre
rimedio.
Post by pablo
Si, hai ragione, anche se sono differenze appunto un po forzose, ottenute
amputando (downgradando) l'oggetto originale.
????????
Post by pablo
Io credo che se avessero mantenuto il p120 nessuno avrebbe comprato il p140
visto che offre tutto sommato diverse cosucce in meno.
Credi bene....
Essendo il 140 un Restyling del 120, non avrebbe senso tenerli tutti e due
sul mercato.
Sul 140 può essere condivisibile rimanere perplessi di fronte ad alcuni
"tagli", basta sapere il motivo e trarre conclusioni sulla base
dell'utilizzo della massa (genericamente) se si discute qui dentro.
Il proprio utilizzo va sempre "bilanciato" sui giudizi.

Tra l'altro.... ti "fossilizzi" su questi due, ma tra il P60 e il 70 c'è
qualche differenza percepibile.... (sul prezzo poi).
In questa fascia, non c'è Casio a "rovinare la festa"?
Personalmente... farei a meno volentieri della meccanica GH "unendo" il
timbro di uno Yamaha Entry Level alla meccanica Casio, ma è parere poco
utile a chi ci legge......
Post by pablo
Tra l'altro, nel settore dell'elettronica e del digitale, uno si aspetta che
i progressi continui consentano di avere nel modello successivo sempre più
features ad un prezzo uguale o magari inferiore.
Guarda che lo fanno.....
Post by pablo
Fare nuovi modelli che offrono meno dei precedenti ma allo stesso prezzo o
superiore è andare contro le aspettative degli acquirenti (che poi ci
restano male)
Dipende cosa si aspetta il "Cliente".... (vedi l'aspetto Split discusso in
precedenza).
Post by pablo
Ancora una volta hai perfettamente ragione, ma io sono politically
uncorrect :-)
Non ti offendere......
Anche scegliendo questa strada come opinione, è giusto avere "solide basi"
dietro......
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
pablo
2006-12-18 01:52:30 UTC
Permalink
Post by Musicland
Post by pablo
- non ha le uscite L/R jack 1/4' (scandaloso!!)
Permetti: la differenza tra due Jack da 6,3 e due Pin/Rca quando si tratta
di segnale di linea?
"Scandaloso" probabilmente per il tuo utilizzo, ininfluente per il mio.
(non c'è alcuna "perdita" sul segnale essendo la stessa cosa, cambia solo
il connettore)
Sta di fato che i vecchi serie P avevano sia jack che rca mentre in questo
p140 hanno tolto il jack. a me questo non sembra un gran progresso, anzi.
Post by Musicland
Post by pablo
- l'uscita aux (2 RCA) che rimane unica disponibile per andare al mixer
mi risulta che non viene regolata dallo slider del volume.
(ri-scandaloso!!)
Come sopra riguardo lo "scandaloso".
L'uscita audio definita "Fixed" fornisce il segnale ottimale in uscita,
utile (secondo Yamaha) in fase di registrazione o per trasferire il
segnale ad un banco.
Oltretutto, sempre ad essere "pignoli", se hai le mani impegnate in un
passaggio, forse non è meglio destinare il volume ad un CC7 sul pedale
assegnabile?
Penso che tu sia l'unico o almeno tra i pochissimi a considerare accettabile
l'assenza di un volume sull'uscita dello strumento.
Anche qui, la vecchia serie P offriva questa regolazione mentre il
successore non la offre, quindi siamo in presenza di un peggioramento
dell'offerta.
Sono certo che tu non sarai d'accordo e mi dirai che invece si tratta di un
grosso passo avanti, ma penso anche che chiunque si sarà già fatto un'idea
per proprio conto, perciò non insisto.
Post by Musicland
Riassumendo: la scomparsa della coppia di Out controllati da slider può
far "storcere" il naso a qualcuno (è il tuo caso), ma il piano comunque
rimane utilizzabile.
Io non ho mai detto che il P140 non sia utilizzabile, ho solo detto che il
P120 era migliore.


[....]
Post by Musicland
Ti è sfuggito un punto "fondamentale" però delle connessioni: hai notato
che si sono accorti che posizionate di lato sono moooolto scomode e, nelle
ultime serie, passa posteriormente?
Hai notato che le prese cuffia tornano davanti?
"piccole sfumature" che possono fare la differenza quando l'utenza non
apprezza alcune "rivoluzioni"... (vedi quella del pannello laterale....)
Mi pare tutta fuffa poco significativa.
Un po poco per giustificare un restyling al risparmio
Post by Musicland
Post by pablo
- sui timbri, mi risulta che sono solo 14 e non 14 + 14 variation come
nel 120
Ahia.... quando si casca sul numerico riguardo ai timbri mi preoccupo.....
Vabè non preoccuparti, tanto gli altri timbri sono considerati da tutti
insignificanti su un piano digitale.
Fatto sta che tutte le modifiche che abbiamo visto finora sono in negativo
Post by Musicland
Le Variation, in alcuni casi, cosa sono in realtà?
Te lo sei chiesto o pensi che sono 14 ulteriori timbri?
Qualunque cosa siano nel P140 le hanno tolte, e non mi pare che questo sia
un miglioramento.
Post by Musicland
Oltretutto: sappiamo se i 14 timbri presenti sono identici a quelli del
P120 o si è preferito sfruttare la quantità di memoria disponibile per
inglobare qualche "Nuova Release"?
Io di nuovo ho visto e sentito ben poco.
Post by Musicland
Post by pablo
- mentre sui modi split e layer mi risulta che sono fissi e non liberamente
assegnabili, tra l'altro questo "ruba" 2 presets perchè in realtà ne hai 12
+ 1 layer e 1 split
Gente... non facciamo confusione però!
[...]

Mi pare che la confusione l'abbia fatta tu, comunque soprassediamo, tanto a
me dello split e del layer non mi è mai fregato nulla.



[....]
Post by Musicland
Mi stai scrivendo che ti apsetti che un pianoforte Yamaha "suoni" un po'
più Fazioli per assurdo?
no
Post by Musicland
Il timbro è quello come personalità.... con il tempo sono cresciuti i
livelli in Layer i DSP relativi agli effetti riguardanti il pianoforte
(non un Reverb.... ma la risonanza simpatetica... etc..etc...) e altro,
"e altro" cosa?
Post by Musicland
passando da modello a modello.
La "logica" è che se già possiedi uno Yamaha, ti devi sedere su quello
successivo e trovarti a "casa" tua come timbro.
E qui veniamo al punto.
Non mi sento affatto "a casa" suonando il P140.
Il punto è che suona peggio. E su questo mi piacerebbe veramente sentire
l'opinione sincera di chi come me ha suonato tutti i giorni un P80 (o P90 o
P120) negli ultimi anni.
Avrà pure la risonanza simpatetica ma suona peggio. E lo stesso vale per il
CP33
Avrei chiuso gli occhi su tutte le altre mancanze, ma il modello più nuovo
deve suonare almeno altrettanto bene del suo predecessore, e invece non è
così.
Naturalmente è la mia opinione e non mi aspetto che tu la condividi.
Io me la sono fatta provando lo strumento side by side con il mio p80
Post by Musicland
Non deve stupirti come "rivoluzione".... devi saper cogliere le nuove
sfumature per convincerti che quello nuovo offre qualcosa in più.
Ho cercato di auto-convincermi, ma di fronte alla realtà dei fatti mi sono
dovuto fermare
Post by Musicland
Se non cogli.... Amen, ti tieni il tuo.
Per fortuna non c'è solo yamaha.
Post by Musicland
Post by pablo
Stessa polifonia,
Parametro valido per stabilire che sono identici?
Il mio assunto non è mai stato che sono identici, ma che il P140 è una
versione impoverita del P120.
Post by Musicland
Post by pablo
stessa generazione,
Come arrivi a questa conclusione?
Leggi "Dynamic Stereo Sampling" e ti blocchi pensando: "Già visto, già
sentito"?
se non hai argomenti non devi controbattere per forza.
Post by Musicland
Post by pablo
stessa meccanica
Azz.... vorresti qualcosa in meno?
No, è che in questo P140 le caratteristiche sono tutte o uguali o peggiori
del suo predecessore. Non capisco quale sia la logica dietro questo
prodotto. per me non vale i soldi che costa. punto.
Se lo avessero messo a 800 euro sarebbe stato un prodotto più che onesto.
Post by Musicland
La GH è una delle più apprezzate per la qualità nonostante il peso
Credimi, io la apprezzo moltissimo.
Post by Musicland
ridotto! Non so se hai presente cosa vuol dire inserire una Real Wood (per
assurdo) su un CP300.
Sarebbe una miglioria.
Non pretendevo tanto sul P140, mi bastava che mantenessero in commercio il
P120


[...]
Post by Musicland
Non ti offendere......
Anche scegliendo questa strada come opinione, è giusto avere "solide basi"
dietro......
Mi offendo moltissimo:
difendi l'indifendibile e per avvalorare le tue tesi non trovi nulla di
meglio che screditare il tuo interlocutore.
Quali basi servirebbero per sapere che fare uno stage piano senza uno
straccio di pomello per regolare il volume è un'idiozia?

Comunque mi pare che tu non abbia capito affatto lo spirito di quanto ho
affermato. Non ho detto che si tratta di un prodotto scadente in assoluto,
ho detto solo che ha delle lacune gravi e incomprensibili e che il
predecessore non aveva e che tra l'altro rendono lo strumento poco
utilizzabile in un contesto "stage" (il che, per uno strumento venduto
come "stage" piano non è il massimo)
Questi sono fatti che chiunque può riscontrare.

ciao
pablo
Musicland
2006-12-18 02:53:23 UTC
Permalink
Post by pablo
Sta di fato che i vecchi serie P avevano sia jack che rca mentre in questo
p140 hanno tolto il jack. a me questo non sembra un gran progresso, anzi.
Ti ripeto: puoi avere tu qualche pregiudizio verso la connessione Rca.
Ma tra un Jack da 6.3mm e un Rca se sbilanciato, trovami una differenza
qualitativa e hai birra pagata.
Post by pablo
Penso che tu sia l'unico o almeno tra i pochissimi a considerare accettabile
l'assenza di un volume sull'uscita dello strumento.
Perlomeno non così "scandaloso" su un pianoforte digitale.
Calcolando che in esecuzione e in percentuale, molto spesso hai due mani
sullo strumento: come lo regoli il volume?
Morale: ci sono altri "deficit" più scandalosi se vogliamo rispetto ad
un'uscita "Audio Fixed" che, anzi.... dovrebbe aiutare.....
Post by pablo
Sono certo che tu non sarai d'accordo e mi dirai che invece si tratta di un
grosso passo avanti, ma penso anche che chiunque si sarà già fatto un'idea
per proprio conto, perciò non insisto.
Hai il dono della "Pre-veggenza"?
se fosse, sbagli.... vedi sopra.
Post by pablo
Io non ho mai detto che il P140 non sia utilizzabile, ho solo detto che il
P120 era migliore.
C'è da stabilire se si discute di termini "qualitativi" o di praticità
d'uso.
Post by pablo
Mi pare tutta fuffa poco significativa.
Appunto, come segnalavo in precedenza un parere "soggettivo".
Post by pablo
Un po poco per giustificare un restyling al risparmio
Se ci limitiamo a giudicare le connessioni.......
Post by pablo
Vabè non preoccuparti, tanto gli altri timbri sono considerati da tutti
insignificanti su un piano digitale.
Stai "buttando" il ragionamento sullo "scontro", probabilmente "toccato"
dalle osservazioni......
Offro solo spunti alla riflessione più "profonda" e meno esteriore eh?
Se poi sei permaloso.... Sorry.
Post by pablo
Fatto sta che tutte le modifiche che abbiamo visto finora sono in negativo
Sempre a parere tuo eh?
Hai "cuttato" parecchio, ma non hai risposto.
Post by pablo
Qualunque cosa siano nel P140 le hanno tolte, e non mi pare che questo sia
un miglioramento.
Se per te basta avere un "gran numero" senza valutare se sono semplicemente
"piccole variazioni" di un timbro principale......non aggiungo altro.
Post by pablo
Io di nuovo ho visto e sentito ben poco.
Parametro soggettivo.
Post by pablo
Mi pare che la confusione l'abbia fatta tu, comunque soprassediamo, tanto a
me dello split e del layer non mi è mai fregato nulla.
Se preferisci "cuttare" un altro punto e passare oltre, come vuoi, tanto la
precisazione c'è.
Post by pablo
"e altro" cosa?
Come già scritto, si parte da una base come banco Samples.... poi, secondo
il modello si "adatta"......
Il DNA (in breve) è quello.... c'è poi da valutare la "dinamicità" del
timbro.....
Sui modelli che discutiamo, a questo di aggingono, oltre a quanto già
discusso anche la Natural Soundboard o i sensori migliorati.... "piccoli
tasselli" su cui si "sorvola", magari per scarsità di informazioni a
corredo......
Niente di "scandaloso", sia chiaro.....
Vuoi un "appoggio"?
Ok.... Magari mancherà il rumore della risonanza del pedale sustain come sui
nuovi Korg o su The Grand 2 se parliamo di Software..... ma è proprio il
"pelo nell'uovo" eh?
Siamo stati senza finora..... se vogliamo fare paragoni direi che è
"tassello" su cui soprassedere.
(visto che Mp4 o CP33 non lo inglobano....)
Post by pablo
E qui veniamo al punto.
Non mi sento affatto "a casa" suonando il P140.
Hai scritto giusto... il punto che segnali è estremamente soggettivo.
Anch'io reputo un timbro "molto vecchio" composto da un solo Mb di
multisample, assai più espressivo di molto in commercio oggi.
Non per questo "lapido" quanto c'è attualmente.... cerco sempre di rimanere
"Super partes"....
Post by pablo
Il punto è che suona peggio. E su questo mi piacerebbe veramente sentire
l'opinione sincera di chi come me ha suonato tutti i giorni un P80 (o P90 o
P120) negli ultimi anni.
Quando fai la "somma" dei pareri, ricordati di domandare il riferimento
durante l'ascolto....
Feci analogo "sondaggio" provando la vecchia serie Prp della Gem e
riscontrai notevoli differenze su questo tassello.
Post by pablo
Avrà pure la risonanza simpatetica ma suona peggio. E lo stesso vale per il
CP33 (cut)
Sempre parere tuo che non si può generalizzare.....
Post by pablo
Naturalmente è la mia opinione e non mi aspetto che tu la condividi.
Io me la sono fatta provando lo strumento side by side con il mio p80
Esatto.....e non si può nemmeno "generalizzare".
Post by pablo
Ho cercato di auto-convincermi, ma di fronte alla realtà dei fatti mi sono
dovuto fermare
Non ti devi "auto-convincere".
Il gusto personale non è generalizzabile. Stop.
Post by pablo
Post by Musicland
Se non cogli.... Amen, ti tieni il tuo.
Per fortuna non c'è solo yamaha.
Appunto, basta trovare quanto è buono per le proprie mani e saper indicare
un ventaglio di opzioni a chi cerca qualcosa di idoneo per le sue.
Post by pablo
Post by Musicland
Post by pablo
Stessa polifonia,
Parametro valido per stabilire che sono identici?
Il mio assunto non è mai stato che sono identici, ma che il P140 è una
versione impoverita del P120.
Indichi la polifonia.... perdonami se insisto:
è parametro utile per stabilire un "impoverimento"?
Post by pablo
se non hai argomenti non devi controbattere per forza.
Stai cercando di "ribaltare" la questione portandola sul "testa a
testa".....
Pongo domande riguardo tue affermazioni che leggo e se le scrivi, le gli
argomentazioni le devi avere tu per darmi una risposta, se "eviti": cosa
devo pensare?
Post by pablo
No, è che in questo P140 le caratteristiche sono tutte o uguali o peggiori
del suo predecessore.
Continui a ribadire che c'è qualche deficit globale.....
Ok... ma la meccanica è "minore" qualitativamente?
Post by pablo
Non capisco quale sia la logica dietro questo
prodotto. per me non vale i soldi che costa. punto.
Se lo avessero messo a 800 euro sarebbe stato un prodotto più che onesto.
Che tu ti sia "innamorato" dell'MP4 lo posso anche comprendere leggendo il
thread.
Comprendo meno il "campanilismo" che esplode successivamente....
Perdonami per la franchezza.... però, visto che ci leggono tutti, cerco di
capire i parametri che spingono a "demolire" un prodotto rispetto ad un
altro....
Post by pablo
Post by Musicland
ridotto! Non so se hai presente cosa vuol dire inserire una Real Wood (per
assurdo) su un CP300.
Sarebbe una miglioria.
Per te probabilmente.....
Ma non fanno uno strumento "ad personam"
Oltretutto.... sai il peso come cresce implementando una Real Wood?
Post by pablo
Non pretendevo tanto sul P140, mi bastava che mantenessero in commercio il
P120
Allora forse è meglio affermare che il P140 nondoveva nemmeno nascere e
chiudiamo la questione!
Mi spiace....
Non sfrutto un NG per fare a gara a "chi piscia più lungo".....
Generalmente offro spunti per riflettere, come hanno fatto altri a suo tempo
con me.
Post by pablo
difendi l'indifendibile e per avvalorare le tue tesi non trovi nulla di
meglio che screditare il tuo interlocutore.
Hai una visione tutta tua di questo Thread.......
Al momento, se mi permetti, metterei da parte la permalosità e valuterei
quanto "messo sul piatto" in precedenza.
Post by pablo
Quali basi servirebbero per sapere che fare uno stage piano senza uno
straccio di pomello per regolare il volume è un'idiozia?
Ti fermi all'uscita audio "Fixed"?
Vuoi che scriva che è una "Ca*ata" pubblicamente per soddisfare la tua "sete
di vendetta"?
Nessun problema.....
Gente: non comprate il P140 per l'uscita audio Fixed.....

Domanda: e per tutti gli altri "parametri" messi sul piatto e "sorvolati"?
Post by pablo
Comunque mi pare che tu non abbia capito affatto lo spirito di quanto ho
affermato.
Veramente noto solo che ti "scaldi" facilmente se qualcuno fa qualche
"osservazione" di carattere tecnico.
Io parto dal presupposto che "nessuno nasce imparato"..... se c'è altra
categoria, non c'è problema eh?
Post by pablo
Non ho detto che si tratta di un prodotto scadente in assoluto,
Ho scritto questo?
Ho solo posto dei quesiti.... se "t'incendi", è colpa mia?
Post by pablo
ho detto solo che ha delle lacune gravi e incomprensibili e che il
predecessore non aveva e che tra l'altro rendono lo strumento poco
utilizzabile in un contesto "stage" (cut)
Questi sono fatti che chiunque può riscontrare.
Infatti.... "Uno dei tanti"... (Io) che lo potrebbe utilizzare in un
contesto "stage" ti domanda:
Visto che "il nocciolo" del problema è l'uscita audio "Fixed" ed avendo io
(per assurdo) un fonico di fiducia:
Dove sta il problema?

è solo un esempio rimanendo "sui generis"......
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
pablo
2006-12-19 14:11:26 UTC
Permalink
Post by Musicland
Post by pablo
Sta di fato che i vecchi serie P avevano sia jack che rca mentre in
questo p140 hanno tolto il jack. a me questo non sembra un gran
progresso, anzi.
Ti ripeto: puoi avere tu qualche pregiudizio verso la connessione Rca.
Ma tra un Jack da 6.3mm e un Rca se sbilanciato, trovami una differenza
qualitativa e hai birra pagata.
Continui a proporre questo confronto rca/jack, e io continuo a ripetere che
non è questo il problema che ho sollevato.
La differenza tra i due strumenti è che il vecchio aveva entrambe le uscite,
il nuovo offre solo la rca e come ci insegna la pubblicità "ciù gust is
megl che uan".
Possiamo andare avanti all'infinito o possiamo fermarci qui, tanto chi
voleva capire ha già capito da un pezzo.

Per quanto riguarda il resto, mi scuso per il megacut ma non sono
interessato a proseguire il loop.
Ti assicuro che ho letto tutte le tue precisazioni che in alcuni casi mi
sono sembrate un po una "difesa d'ufficio", mentre in altri casi le ho
trovate molto interessanti.

La mia opinione comunque non cambia di molto:
probabilmente yamaha con un' operazione più di marketing che tecnica ha
voluto caratterizzare il p140 per un uso casalingo, a differenza dei
predecessori che erano decisamente più versatili.
Forse con questo si è voluto differenziare meglio il prodotto ed enfatizzare
la vocazione "stage" della nuova serie cp, non lo so, comunque, è un
peccato che per pochi dettagli economicamente irrilevanti, questo
strumento, peraltro facilmente trasportabile e con ottimi "fondamentali",
sia stato volutamente relegato ad un uso prevalentemente domestico.

D'altra parte, bisogna riconoscere che yamaha mette a disposizione per più o
meno la stessa cifra l'ottimo cp33 che ha tutto quello che serve su un
palco.

Detto questo, mi interesserebbe molto di più sentire il tuo parere
soggettivo e personale sul confronto MP4/CP33 e anche sul confronto
timbrico tra il vecchio P80/90/120 e il nuovo CP33


saluti
Pablo
Musicland
2006-12-19 20:32:11 UTC
Permalink
Post by pablo
La differenza tra i due strumenti è che il vecchio aveva entrambe le uscite,
il nuovo offre solo la rca e come ci insegna la pubblicità "ciù gust is
megl che uan".
Scrivi che il problema non è questo......
Non capisco quale "bonus" possa essere avere una doppia uscita nello stesso
formato con connessioni diverse.
Post by pablo
Possiamo andare avanti all'infinito o possiamo fermarci qui, tanto chi
voleva capire ha già capito da un pezzo.
Questa frase si ripete spesso nei tuoi messaggi.....
Chi deve capire cosa?
Stiamo "vendendo" qualcosa o cercando di passare per "credibili" agli occhi
del prossimo?
E' un NG e si discute.... Stop.
Almeno, questo è il mio pensiero sulla questione.....
Post by pablo
Ti assicuro che ho letto tutte le tue precisazioni che in alcuni casi mi
sono sembrate un po una "difesa d'ufficio", mentre in altri casi le ho
trovate molto interessanti.
Difesa d'ufficio?
ma scherzi?
Ho già precisato che non è mia intenzione farla cambiare.
Se puntualizzo su alcuni punti che tu purtroppo tagli è solo per offrire
qualche precisazione tecnica che, a quanto pare, ti "sfugge" quando esprimi
il giudizio.

Vuoi passare ad altro?
va bene....
Post by pablo
Detto questo, mi interesserebbe molto di più sentire il tuo parere
soggettivo e personale sul confronto MP4/CP33
Basandosi esclusivamente sul gusto riguardo al timbro e "saltando" le
caratteristiche, l'MP4 è bello "corposo".... incisivo ma "rotondo" e, nel
Concert Grand, il lavoro fatto da Kawai è molto buono e già si può scoprire
sul più "piccolo" Home CL20/30 nonostante le limitazioni e i "salti" tra un
campione e l'altro lungo l'estensione della tastiera percepibili.....
Se l'AHA III come meccanica mi ha stupito in precedenza, la generazione IV è
un ulteriore passo in più ed è un buon compromesso per chi "sbava" davanti
alla meccanica di MP8, ma non può permettersela.
Un utilizzo personale messo in pratica?
Non fosse per il peso e il budget che non lo consente al momento, l'amico
pianista lo prendeva per le sue serate di Pianobar.... il timbro "corposo"
ben si sposa ad accompagnare una voce.
CP33 per il fattore peso è risultato più gradito (qui si esula però).
Il timbro principale di Yamaha non è tra i miei preferiti, troppo metallico
a valori elevati di Velocity ed è fattore che si può percepire più o meno
nettamente, secondo il sistema di diffusione utilizzato.
(ecco perchè ritengo l'EQ a 5 bande presente sul P250 e CP300, il
"coltellino svizzero" per risolvere il problema quando si presenta....).
Il Brilliance è comunque parametro, in questi casi, da tenere in
considerazione.
(IMHO) comunque meglio il Mellow, più morbido e meno metallico che ho
utilizzato con profitto su alcune Cover "casalinghe".
Il Mono Piano offerto come novità non va sottovalutato, specie se suoni in
gruppo.
Da solo, dice nulla..... in un Mix affollato e piuttosto "tirato" come
genere, emerge bene.
Un plauso per il DX Piano.... c'è tutto... (in breve).
Post by pablo
e anche sul confronto
timbrico tra il vecchio P80/90/120 e il nuovo CP33
Se dobbiamo andare tanto indietro e divagare rimanendo sulla personalità
timbrica.... con un budget "risicato" oggi pigli il modulo P-50m che offrirà
solo 2 Layer, ma il timbro stereo c'è volendo.... la polifonia è al minimo
sindacale, ma c'è un piccolo Eq a 3 bande che (come avrai compreso) non
guasta.
E c'è pure una serie di timbri di CP80 che, a volte, rimpiango.
Come scrivevo in precedenza.... passare da P80 fino ad arrivare a CP33, si
può cogliere tutte le "sfumature" introdotte nel tempo da Yamaha sui
pianoforti digitali della serie, mantenendo una certa "Impronta" sul
timbro.... (ovvero: mantenendo inalterata l'origine del campionamento....
una spiegazione sul tema l'ha già offerta Paolo Tramannoni poco tempo fa).
Crescono le articolazioni al variare della velocity per esempio (P90) e il
sistema che permette il passaggio tra i vari Layer senza avvertire "salti"
udibili (DSS inserito su P90) migliora con il passare del tempo (P120/140).
A Key-Off, risonanza simpatetica e Sustain con con funzione mezzo pedale, si
inserisce anche il DSP per l'inserimento della porzione di ambiente (natural
Soundboard) presente sul P250 e sui CP.

Morale: personalmente suonerei anche un semplice P70 se cerco il timbro
Yamaha di Grand Piano, accettando pure i compromessi imposti... (ho scritto
che comprerei oggi l'expander di dieci anni fa!)
Come può esserci chi ritiene il suo "amato" P80 imbattibile e non ritiene di
dover "Upgradare" perchè quanto offerto, basta e avanza come "sfumature"
offerte.... (un amico jazzista è l'esempio....)

In ambito casalingo per esempio, (e l'ho già scritto) sono molto critico
sulla scelta di contenere il generatore sonoro del CLP230 (con prezzo vicino
ai mille euro) per offrire molto di più sul modello successivo, senza altre
variazioni di rilievo a parte un leggero rincaro del prezzo.
A queste cifre effettivamente si può fare modello unico..... ma quanti
appassionati sanno di questa "piccola" differenza a favore di un modello?
E quanti investiranno su quello superiore solo per avere più articolazioni
sul timbro?
Se premi, per assurdo, la stessa nota sui due modelli..... di primo acchito
sembrano identici, sempre per il discorso "base di partenza".....

Un pregio di Yamaha (e di Roland, ma si esula) è la cura nell'omogeneità del
multisample: non si percepiscono "sbalzi" udibili anche rimanendo in fascia
"low Budget".... può essere meno articolato e il filtro interviene sulla
dinamica.... o il riverbero "colora" un po' di più il timbro... ma
l'omogeneità rimane.

Tornando a P80 ha, dalla sua, il fatto che ha "aperto una strada".... un
prodotto azzeccato in poche parole: dopo di lui la gara a proporre lo Stage
piano in "miniatura" (inteso come trasportabilità e anche come prezzo) si è
aperta.
Gli altri si sono "scatenati" proponendo "cloni" (il Privia a stare a
vedere.... adotta identica filosofia... parlavamo delle connessioni laterali
per esempio....) o alternative sul tema, fatto sta che oggi l'utente mette
al primo posto trasportabilità e peso tra le sue esigenze primarie.
Prima di P80 ti lamentavi del peso, ma sceglievi anche "mostri" da 30 e
passa chili pur di avere la meccanica e il timbro tanto "agognato".....
Un difetto?
Nonostante le critiche sollevate riguardo alla meccanica "poco affidabile"
su un certo numero di pezzi (partita difettosa? Mah....) e il tempo che
passa.... rimane uno di quegli strumenti che, causa un po' di "nomea",
mantiene una valutazione elevata sull'usato rispetto anche ad altri prodotti
più recenti della casa.
Questo è un tipo di andamento del mercato che, credimi, non capirò mai.....

Kawai ha una filosofia diversa di approccio all'argomento e quando propone
un prodotto, "spara grosse cartucce" senza badare alla fascia d'utenza
(IMHO).....l'esempio è lo "stracitato" qua dentro MP9500, che per diverso
tempo all'uscita rimase "nel cuore" di diversi frequentatori di questo NG
perchè non c'era niente di simile come meccanica.... e se stiamo a vedere,
nemmeno oggi con il più recente MP8.....
Oppure ES4.... che offre un accessorio come la diffusione composta da ben 6
altoparlanti, oppure l'MP4 di cui ti sei appassionato......

La nuova serie CP, prova ad "attirare" una fascia d'utenza destinata
prevalentemente al "palco" (già la denominazione "storica" ripresa spinge su
questo punto).... se poi dobbiamo "bada' al capello"... tra un P250 ed un
CP300, oltre alle timbriche "riviste" come spiegato in precedenza, aumentano
le funzionalità come "piccola" MIDI Master Keyboard" (il discorso dei Layer
e dei punti di Split andrebbe però chiarito....) ed il CP33 è, come ben sai,
la variante "low Budget"......
Ribadisco la critica che non puoi chiamare "CP" un prodotto, senza offrire
almeno una categoria dedicata a questo "storico" pianoforte elettrico tra i
timbri.....
Questa, per me, è una bella lacuna.....

Tralascio le altre categorie timbriche, perchè esulano dall'aspetto
pianoforte..... altrimenti sarei "poco tenero" con Yamaha (Organi, Choir o
Strings per esempio...)...... mentre Kawai offre qualcosa di più
utilizzabile.....
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
pablo
2006-12-21 17:13:49 UTC
Permalink
Musicland wrote:
[....]
Post by Musicland
Post by pablo
Detto questo, mi interesserebbe molto di più sentire il tuo parere
soggettivo e personale sul confronto MP4/CP33
Basandosi esclusivamente sul gusto riguardo al timbro e "saltando" le
caratteristiche, l'MP4 è bello "corposo".... incisivo ma "rotondo" e, nel
Concert Grand, il lavoro fatto da Kawai è molto buono e già si può
scoprire sul più "piccolo" Home CL20/30 nonostante le limitazioni e i
"salti" tra un campione e l'altro lungo l'estensione della tastiera
percepibili.....
In effetti sul timbro ho avuto la stessa impressione, qualche piccolissima
discontinuità si può percepire sul CP2 che però sul MP4 ho trovato molto
più bello e utilizzabile rispetto al CP2 del ES4.
(che dovrebbe condividere gli stessi campioni, forse con un layer in meno??)
Post by Musicland
Se l'AHA III come meccanica mi ha stupito in precedenza,
la generazione IV è un ulteriore passo in più ed è un buon compromesso per
chi "sbava" davanti alla meccanica di MP8, ma non può permettersela.
[....]

Io ho provato il CA7 che dovrebbe avere la meccanica del MP8 e mi è sembrata
veramente valida.
Anche il MP4 mi ha subito ben impressionato.
In qualche modo si percepisce la reazioni leggermente diversa, data
probabilmente dall'assenza di molle nel meccanismo. Da provare.
Sicuramente è un qualcosa di diverso rispetto alla meccanica Yamaha
(GH-Effect) del CP33
Entrambe comunque sono molto realistiche e piacevoli da suonare.
La AHA IV mi è parsa di pochissimo più leggera rispetto alla GHE Yamaha
Ovviamente poi è questione di gusti e abitudini.
Post by Musicland
CP33 per il fattore peso è risultato più gradito (qui si esula però).
Beh mica tanto, in uno stage, il fattore peso ha sempre il suo ...peso :-)

Bisogna dire che il MP4 non è molto più pesante del CP33, ma quei due o tre
chili che si fanno sentire abbastanza.
Post by Musicland
Il timbro principale di Yamaha non è tra i miei preferiti, troppo
metallico a valori elevati di Velocity ed è fattore che si può percepire
più o meno nettamente, secondo il sistema di diffusione utilizzato.
Anche qui mi trovo pienamente d'accordo, non amo particolarmente questi
nuovi timbri "iper-cristallini"
Da qui nasce un po di disappunto, visto che amavo tantissimo il timbro del
P80 e mi aspetto sempre cose eccellenti da parte di yamaha.
Post by Musicland
(ecco perchè ritengo l'EQ a 5 bande presente sul P250 e CP300, il
"coltellino svizzero" per risolvere il problema quando si presenta....).
Il Brilliance è comunque parametro, in questi casi, da tenere in
considerazione.
(IMHO) comunque meglio il Mellow, più morbido e meno metallico che ho
utilizzato con profitto su alcune Cover "casalinghe".
Il Mono Piano offerto come novità non va sottovalutato, specie se suoni in
gruppo.
Da solo, dice nulla..... in un Mix affollato e piuttosto "tirato" come
genere, emerge bene.
Un plauso per il DX Piano.... c'è tutto... (in breve).
Post by pablo
e anche sul confronto
timbrico tra il vecchio P80/90/120 e il nuovo CP33
Se dobbiamo andare tanto indietro e divagare rimanendo sulla personalità
timbrica.... con un budget "risicato" oggi pigli il modulo P-50m che
offrirà solo 2 Layer, ma il timbro stereo c'è volendo.... la polifonia è
al minimo sindacale, ma c'è un piccolo Eq a 3 bande che (come avrai
compreso) non guasta.
Non conosco questo modulo.
Però è singolare che con il passare del tempo non si apprezzino
miglioramenti drastici.
Forse le macchine di 10 anni fa erano già sufficientemente realistiche
Probabilmente ci si abitua anche molto a certi timbri e si fatica ad
abbandonarli (è il mio caso)
Post by Musicland
E c'è pure una serie di timbri di CP80 che, a volte, rimpiango.
Come scrivevo in precedenza.... passare da P80 fino ad arrivare a CP33, si
può cogliere tutte le "sfumature" introdotte nel tempo da Yamaha sui
pianoforti digitali della serie, mantenendo una certa "Impronta" sul
timbro.... (ovvero: mantenendo inalterata l'origine del campionamento....
una spiegazione sul tema l'ha già offerta Paolo Tramannoni poco tempo fa).
Me la devo essere persa.. ;-(

[....]
Post by Musicland
Un pregio di Yamaha (e di Roland, ma si esula) è la cura nell'omogeneità
del multisample: non si percepiscono "sbalzi" udibili anche rimanendo in
fascia "low Budget".... può essere meno articolato e il filtro interviene
sulla dinamica.... o il riverbero "colora" un po' di più il timbro... ma
l'omogeneità rimane.
Verissimo.


[....]
Post by Musicland
Prima di P80 ti lamentavi del peso, ma sceglievi anche "mostri"
da 30 e passa chili pur di avere la meccanica e il timbro tanto
"agognato"..... Un difetto?
Nonostante le critiche sollevate riguardo alla meccanica "poco affidabile"
su un certo numero di pezzi (partita difettosa? Mah....) e il tempo che
passa.... rimane uno di quegli strumenti che, causa un po' di "nomea",
mantiene una valutazione elevata sull'usato rispetto anche ad altri
prodotti più recenti della casa.
Questo è un tipo di andamento del mercato che, credimi, non capirò mai.....
Non lo so, va detto che provando un p80 side by side con un cp33, basandosi
solo su un confronto ad orecchio del timbro principale, nonostante le
migliorie tecniche introdotte successivamente, il p80 suona ancora molto
caldo e naturale.
Io ho grosse difficoltà a capire invece come siano usciti questi timbri
ipercristallini dai laboratori della yamaha che tradizionalmente ho sempre
associato a suoni puri, naturali ed equilibrati.
Probabilmente si tratta di dettagli, pignolerie, però vedo che anche tu (e
mi pare di aver letto anche qualcun'altro) concordi in questa valutazione.
Post by Musicland
Kawai ha una filosofia diversa di approccio all'argomento e quando propone
un prodotto, "spara grosse cartucce" senza badare alla fascia d'utenza
(IMHO).....l'esempio è lo "stracitato" qua dentro MP9500, che per diverso
tempo all'uscita rimase "nel cuore" di diversi frequentatori di questo NG
perchè non c'era niente di simile come meccanica.... e se stiamo a vedere,
nemmeno oggi con il più recente MP8.....
Oppure ES4.... che offre un accessorio come la diffusione composta da ben
6 altoparlanti, oppure l'MP4 di cui ti sei appassionato.....
Come ho detto, non è che mi sono appassionato così tanto, anzi avrei preso
il cp33 a occhi chiusi se non fosse per quel timbro (mi
ripeto) "ipercristallino" che non mi convince più di tanto.
A quel punto mi sono guardato in giro e ho visto che il MP4 offre molte
funzioni ed ha una buonissima meccanica, ma anche li, il timbro non è di
quelli che al primo ascolto mi convince.
Da qui i miei dubbi e questo thread...

Però la tua osservazione su Kawai che "spara grosse cartucce" mi pare
veramente illuminante e mi fa forse capire meglio la filosofia che c'è
dietro al prodotto ma anche dietro ai timbri principali:
In effetti, i timbri Concert Piano1 e 2 (ma specialmente il primo) come dice
il nome stesso, sono timbri "pretenziosi".
Non si è voluto semplicemente riprodurre un generico "acustic piano" o un
qualsiasi "grand piano"
La Kawai propone dei timbri che sono ispirati e probabilmente campionati da
pianoforti da concerto:
Dei mostri con una cassa armonica esagerata, delle corde lunghe quasi tre
metri per i bassi, nemmeno parenti alla lontana rispetto a qualunque
pianoforte che io abbia mai strimpellato.
E' chiaro che al primo acchito non possono "suonarmi familiari"!!
Infatti io trovo i timbri del MP4 molto belli, molto ricchi ma forse un po
più "difficili" da sfruttare rispetto ad altri digitali con timbri
più "generalisti".
Post by Musicland
La nuova serie CP, prova ad "attirare" una fascia d'utenza destinata
prevalentemente al "palco" (già la denominazione "storica" ripresa spinge
su questo punto).... se poi dobbiamo "bada' al capello"... tra un P250 ed
un CP300, oltre alle timbriche "riviste" come spiegato in precedenza,
aumentano le funzionalità come "piccola" MIDI Master Keyboard" (il
discorso dei Layer e dei punti di Split andrebbe però chiarito....) ed il
CP33 è, come ben sai, la variante "low Budget"......
Ribadisco la critica che non puoi chiamare "CP" un prodotto, senza offrire
almeno una categoria dedicata a questo "storico" pianoforte elettrico tra
i timbri.....
Questa, per me, è una bella lacuna.....
E' vero! Sarebbe veramente piacevole disporre di un timbro "CP" e se non ci
pensa yamaha nella nuova serie CP.....
Post by Musicland
Tralascio le altre categorie timbriche, perchè esulano dall'aspetto
pianoforte..... altrimenti sarei "poco tenero" con Yamaha (Organi, Choir o
Strings per esempio...)...... mentre Kawai offre qualcosa di più
utilizzabile.....
Apprezzabilissima la sezione E.Piano e anche gli organi, con ben 2 rotary
che non sono mica da buttare considerato che si tratta pur sempre di uno
stage.
Anche gli effetti proposti mi sembrano molto vari e divertenti.
Il phaser e l'autowah ma anche il pedal-wah sono fantastici sui piani
elettrici.
Ho visto che c'è anche un'overdrive ma non l'ho provato.

Magari tutto questo non ne fa un Nord stage (che comunque costerebbe tre
volte tanto) però la dotazione rimane ricca è ben studiata rispetto
all'utilizzo che ne farei io ad esempio.
E poi per gli organi avrei già il VK8M....


ciao
pablo
Musicland
2006-12-22 01:24:59 UTC
Permalink
Post by pablo
In effetti sul timbro ho avuto la stessa impressione, qualche piccolissima
discontinuità si può percepire sul CP2 che però sul MP4 ho trovato molto
più bello e utilizzabile rispetto al CP2 del ES4.
(che dovrebbe condividere gli stessi campioni, forse con un layer in meno??)
Oppure un range più esteso tra un campione e l'altro in ogni Layer?
(si può risparmiare anche così....)
Post by pablo
Io ho provato il CA7 che dovrebbe avere la meccanica del MP8 e mi è sembrata
veramente valida.
Confermo, stessa meccanica anche nel CA5.
Post by pablo
Sicuramente è un qualcosa di diverso rispetto alla meccanica Yamaha
(GH-Effect) del CP33
Dovrei avere da qualche parte le foto delle due meccaniche viste "di
profilo".....
All'apparenza sembrano identiche, con il meccanismo "rovesciato", può
variare il posizionamento o il tipo dei sensori..... ma vado a mente.....
Post by pablo
Entrambe comunque sono molto realistiche e piacevoli da suonare.
La AHA IV mi è parsa di pochissimo più leggera rispetto alla GHE Yamaha
Ovviamente poi è questione di gusti e abitudini.
C'è sempre il ragionamento "psicologico" dietro l'angolo.
Esempio: la CP300 pare più "resistente" di un P70 o P90 ed identica
sensazione ho provato con il P250.
Sarà la dimensione che "frega" il cervello?
Gli "esperti" dicono che è fattore da non sottovalutare... (ne parlammo
tempo fa...)
Post by pablo
Bisogna dire che il MP4 non è molto più pesante del CP33, ma quei due o tre
chili che si fanno sentire abbastanza.
Esatto.
Se li "distendi" sull'intera massa dello strumento, due o tre chili si
sentono.
Post by pablo
Anche qui mi trovo pienamente d'accordo, non amo particolarmente questi
nuovi timbri "iper-cristallini"
Da qui nasce un po di disappunto, visto che amavo tantissimo il timbro del
P80 e mi aspetto sempre cose eccellenti da parte di yamaha.
Le variabili che entrano in gioco possono essere diverse e, a noi,
oscure......
Nel senso: hanno cambiato il banco Samples d'origine? (rifatto?)
Variato l'Eq perchè l'utenza "media" (o la "massa") non utilizza strumenti
correttivi esterni e allora è meglio dare un timbro "bello e pronto" che
"esca" bene su diversi sistemi?
Nessuno se ne accorge, ma un "vecchio" Roland Sound Canvas ha un taglio di
equalizzazione generale da impianto Hi-Fi.... sarà perchè all'epoca chi
faceva Computer Music non aveva quella "miriade" di Monitors Low Budget
esistenti oggi come ascolto?
Sono tutte scelte che derivano dall'andamento del mercato (e delle abitudini
della "massa"....)
Post by pablo
Non conosco questo modulo.
Io aspetto che "cali" ancora, poi mi butto....
Fosse solo per quei due timbri CP....
Post by pablo
Però è singolare che con il passare del tempo non si apprezzino
miglioramenti drastici.
Lo so... sono ripetitivo... ma il gusto la fa da padrone.....
Parlavo proprio stasera con un pianista sulle qualità di The Grand 2 e il
rumore del pedale Sustain....
Per lui è un bel "contorno realistico", per me è troppo presente anche
regolandolo al minimo e poco "naturale".... quindi lo escludo in
registrazione.
Grazie a Dio, siamo tutti diversi.....
Post by pablo
Forse le macchine di 10 anni fa erano già sufficientemente realistiche
Probabilmente ci si abitua anche molto a certi timbri e si fatica ad
abbandonarli (è il mio caso)
La seconda che hai detto.
Lo scrivo spesso: ogni "Tassello" del mio setup, seppur di una certa età....
ha timbriche di cui non posso ancora fare a meno.....
Il "graffiare" del W30 sui samples... i suoi filtri un po' Lo-fi di
derivazione D50 e una libreria abbastanza completa, anche se oggi può
apparire "statica" è l'esempio che cito spesso....
Ma potrei citare la Strato o gli Strings del Proteus.....il "calore" di
S2... e altro ancora.
Post by pablo
Me la devo essere persa.. ;-(
Come per Kawai... pigli un piano acustico "Top" della gamma e campioni nota
per nota...... su diversi livelli di Velocity per creare i Layer.
Registri Key-Off.... rumori vari... e ambiente quando c'è.
Poi, secondo il modello, "tagli" per contenere la dimensione e fai
intervenire i tuoi brevetti per omogeneizzare i "salti" da un Layer
all'altro o inserisci il filtro quando il timbro è "Entry level" per
simulare il pianissimo....
L'esempio pratico è la differenza (in termini di Gigabyte) che "intercorre"
tra un The Grand, un Ivory o altri VST e un timbro presente su MP8......
Una "moltitudine" caricabili tramite streaming.... contro un "tot di
megabyte" in ROM......
Ricordiamoci però sempre che la quantità, non sempre fa la qualità......
Post by pablo
Probabilmente si tratta di dettagli, pignolerie, però vedo che anche tu (e
mi pare di aver letto anche qualcun'altro) concordi in questa valutazione.
La scelta si può solo ipotizzare al momento......
(o qualcuno chiede a qualche "esperto" Yamaha il perchè della scelta....)
Post by pablo
A quel punto mi sono guardato in giro e ho visto che il MP4 offre molte
funzioni ed ha una buonissima meccanica, ma anche li, il timbro non è di
quelli che al primo ascolto mi convince.
Perchè (e IMHO) in entrambi i casi c'è un timbro su cui dovrai intervenire,
probabilmente con un Eq esterno, per renderlo "gradevole" alle tue
orecchie.....
Nel caso di Yamaha, basta già passare al Mellow e le cose migliorano senza
fare nulla....
Su Kawai, si può ridimensionare un po' il "corpo".... ma c'è da stare
attenti... altrimenti il timbro perde molto del suo carattere se si
estremizzano i parametri di regolazione di un ipotetico Eq esterno....
Morale: da un timbro Kawai, passi ad altro...... (magari è questo il
problema? Cerchi un timbro particolare?)
Post by pablo
Da qui i miei dubbi e questo thread...
Io proverei anche qualche variante....
Come già scritto, GEM ha messo in commercio ultimamente RP-X, la variante
expander di un Prp....
Con meno di 600 euro.... variazioni a parte, ti porti a casa un Fazioli che
il sottoscritto gradisce molto.
(è il Piano 2 se non vado errato)
Tastiera?
Scegli quella che preferisci non dimenticando un parametro molto importante
come il feeling tra Controller MIDI ed Expander.... su un timbro di
pianoforte è fondamentale!
Post by pablo
Però la tua osservazione su Kawai che "spara grosse cartucce" mi pare
veramente illuminante (cut)
In un periodo in cui il pianoforte digitale Stage diventa sempre più
controller MIDI evoluto.... perchè lesinare?
Una bella politica "d'attacco" al mercato, se vogliamo....
Post by pablo
La Kawai propone dei timbri che sono ispirati e probabilmente campionati da
Tutti partono da un pianoforte da concerto... anche Korg (e ha un bel
timbro!).
Poi, nell'editing... può nascere il miracolo o far danno.... dipende che
dicono le nostre orecchie.
Post by pablo
Infatti io trovo i timbri del MP4 molto belli, molto ricchi ma forse un po
più "difficili" da sfruttare rispetto ad altri digitali con timbri
più "generalisti".
Probabilmente, cercano di mantenere il carattere del loro "mostro" acustico
di gamma.
Comunque... c'è una serie di variazioni sul tema anche su Kawai in grado di
"sfondare" un mix affollato, volendo.... (mi baso su quanto ascoltato su
MP8, di cui ho un ricordo più nitido....)
Post by pablo
Magari tutto questo non ne fa un Nord stage (che comunque costerebbe tre
volte tanto) però la dotazione rimane ricca è ben studiata rispetto
all'utilizzo che ne farei io ad esempio.
Io vado "controcorrente" e provo a "sfatare" un po' il "mito che sta
aleggiando" sul Nord Stage....
Non me ne vogliano i possessori.... (l'amico Piotre per tutti).... però
spendere quel "Popò" di euro per lo Svedese, anche fossi "Milionario", ci
penserei un attimo e mi guarderei in giro......
Già il fatto che ci sia voluta una Release sugli acustici per "correggere il
tiro" dovrebbe far pensare.... però plaudo a quest'idea dell'aggiornamento
possibile su questo strumento.

Comunque.... la storia si ripete..... e lascio "passare" l'ultima moda
tenendomi stretto quanto possiedo.
Post by pablo
E poi per gli organi avrei già il VK8M....
Porc....
E allora che ti serve andare a "beccare" due variazioni su un pianoforte
Stage dove, tra l'altro... per "varietà e dinamicità" del timbro, trovi
sempre molto poco.....
Tieniti stretto il clone Roland.....
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
Piotre
2006-12-22 08:01:20 UTC
Permalink
Post by Musicland
Io vado "controcorrente" e provo a "sfatare" un po' il "mito che sta
aleggiando" sul Nord Stage....
Non me ne vogliano i possessori.... (l'amico Piotre per tutti)....
c'è chi ne parla molto peggio ;-)
Post by Musicland
però spendere quel "Popò" di euro per lo Svedese, anche fossi
"Milionario", ci penserei un attimo e mi guarderei in giro......
Già il fatto che ci sia voluta una Release sugli acustici per
"correggere il tiro" dovrebbe far pensare.... però plaudo a
quest'idea dell'aggiornamento possibile su questo strumento.
guarda, la mancanza di Mb sui campioni si sente, in prova nei negozi ne davo
colpa ai monitor ma a casa, abituao agli ottimi acustici del Promega, si
sente la mancanza di qualcosa. per il NS bisogna farne un discorso di
esigenza "da palco" e ognuno può trovare i suoi pro nell'acquisto. io suono
(e mi piacciono) prevalentemente i piani acustici ed elettrici, un po' di
hammond anche se non sono assolutamente un'organista. mi servono meno di 20
chili e una tastiera pesata 88 tasti. cosa mi suggeriresti? metti che quella
piccola sezione synth mi possa interessare anche in piccola parte come
"sostegno" o per linee semplici di "solo". mettiamo anche che l'abbia pagato
"molto" meno rispetto a quanto si trova in rete o nei famosi siti tedeschi
;-). un piano digitale ottimo come il MP8 o Cp300 quanto lo paghiamo (ma non
fanno al caso mio)? chi si trova a far funky o blues o jazz (generi a me
sconosciuti) con una rossa ha il suo, soprattutto nell'abbinamento con
l'effettistica. sotto mano, adesso, mi trovo ancora a sperimentare
"movimentazioni" di program che sono infinite. hai in tempo reale la
possibilità di abbinare ad un timbro un chorus, poi un tremolo o un rimg
modular e un dealy (con un tocco), toglierlo, aggiungere la compressione,
equalizzazione, drive, togliere il tremolo e il chorus e mettere il leslie,
attraverso il "morph assign" (con il pedale, la wheel o l'aftertouch)
aumentare, che so, i volumi alle drawbar o a ciascuna sezione di strumenti,
e variare alcuni livelli alla sezione synth (tutto sul pannello senza
entrare nei menu), se proprio ti fa schifo tutto, ci attacchi un expander ed
hai un master 88 tasti :-). per quanto riguarda l'aggiornamento software,
chi è partito con un NE1 adesso si trova un NE3 e non è poco, non deve
comprare card o rivenderne di vecchie. sul forum dello strumento si leggono
di anteprime (nuovi rhodes o piani mono) per la possibilità di qualsiasi
utente di interagire direttamente con Clavia (io stesso ho chiesto più volte
sul probelma della reperibilità del NS). insomma, "non solo moda".
ciao
piotre
--
http://www.blogger.com/profile/12281541
FatherMcKenzie
2006-12-22 10:55:12 UTC
Permalink
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
suo posto? "Piotre" <***@gamil.com> raccoglie il riso nella chiesa
dove si è celebrato un matrimonio, vive in un sogno...
Post by Piotre
io suono
(e mi piacciono) prevalentemente i piani acustici ed elettrici, un po' di
hammond anche se non sono assolutamente un'organista. mi servono meno di 20
chili e una tastiera pesata 88 tasti. cosa mi suggeriresti?
Yamaha P90, naturally :)
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
FatherMcKenzie
2006-12-22 10:57:21 UTC
Permalink
Post by FatherMcKenzie
Yamaha P90, naturally :)
<obiezioni>

Sì, ma costa meno della metà
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
Piotre
2006-12-22 11:16:58 UTC
Permalink
Post by FatherMcKenzie
Yamaha P90, naturally :)
sì vabbeh...
ciao
piotre
--
http://www.blogger.com/profile/12281541
FatherMcKenzie
2006-12-22 12:44:30 UTC
Permalink
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
suo posto? "Piotre" <***@gamil.com> raccoglie il riso nella chiesa
dove si è celebrato un matrimonio, vive in un sogno...
Post by Piotre
Post by FatherMcKenzie
Yamaha P90, naturally :)
sì vabbeh...
oh, a me piace.
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
Piotre
2006-12-22 12:51:38 UTC
Permalink
Post by FatherMcKenzie
oh, a me piace.
anche a me
--
http://www.blogger.com/profile/12281541
Musicland
2006-12-22 12:55:01 UTC
Permalink
Post by Piotre
c'è chi ne parla molto peggio ;-)
Se si esagera... può essere anche "Invidia".....
Post by Piotre
per il NS bisogna farne un discorso di esigenza "da palco" e ognuno può
trovare i suoi pro nell'acquisto.
Esatto.
Partiamo dal presupposto che gli strumenti costano sempre un po'
troppo......
Clavia, in uno solo offre tre sezioni e sul Nord Stage con meno vincoli
rispetto all'Electro..... ed effettivamente il musicista Live ha "pane per i
suoi denti" se investe queste cifre... specie se sfrutta le tre sezioni.
Però... a quel prezzo la sezione synth poteva implementare "quel qualcosa in
più" per esempio, anche se si "scontrava" con il Nord Lead....perchè se
cerchi un Nord Stage, difficilmente compri l'altro più specifico.
Dall'altro lato c'è il limite della pesatura tasto.... però puoi sempre
pilotare la sezione esternamente con altro per esempio.....
Post by Piotre
io suono (e mi piacciono) prevalentemente i piani acustici ed elettrici,
un po' di hammond anche se non sono assolutamente un'organista. mi servono
meno di 20 chili e una tastiera pesata 88 tasti. cosa mi suggeriresti?
Qui sta il problema e lo accennavo in precedenza......
E' cambiata la mentalità con il tempo.....
Sono scomparsi gli expanders e la tendenza è di cercare un prodotto "All in
One"..... per questioni di praticità, trasporto.... etc..etc.....
Badassi al portafoglio e se un borsello in più non inficia sul trasporto....
ribadisco che moduli come il Voce.... (che troviamo anche su Controller MIDI
attuali tipo il Dietrolequinte se non vado errato) possono essere
l'alternativa al "tutto in uno".
Post by Piotre
;-). un piano digitale ottimo come il MP8 o Cp300 quanto lo paghiamo (ma
non fanno al caso mio)?
Confermo (vedi sopra)......
Post by Piotre
se proprio ti fa schifo tutto, ci attacchi un expander ed hai un master 88
tasti :-).
Questo non lo auguro proprio a nessuno visto il prezzo!
Post by Piotre
per quanto riguarda l'aggiornamento software, chi è partito con un NE1
adesso si trova un NE3 e non è poco,
Infatti.... questa scelta merita sempre un plauso.
Oltretutto, la tendenza è di "aprire" lo strumento all'utente.... con la
speranza che abbia voglia di "mettere mano" e personalizzarlo.... (questione
Fondamentale!)
Post by Piotre
insomma, "non solo moda".
Piotre.... sapevo che una frase poteva generare fraintendimenti.....
Per "moda" intendo: in un NG si va a periodi.... c'è stato l'anno che
esisteva solo Triton....(e prima Trinity)... poi arriva Fantom.... poi
Motif.... e tutti ne parlano entusiasti... come fosse "L'uovo di
colombo"....
Guai a criticare.... è perfetto.... ha tutto.... poi la discussione
"sfuma".... e se ne parla con meno regolarità.
E' un ciclo....e in un NG è assolutamente normale visto che è un posto dove
l'appassionato discute di quanto lo entusiasma... ci mancherebbe altro.....
ora tocca a Clavia.
Io, forse sarà l'età.... leggo e valuto le questioni con più pacatezza.....
Forse, con venti anni di meno.... ero già anch'io da Musical Box a
comprarlo.....
--
saluti
peu

Nuovi arrivi nelle Demo pianoforti sul sito
http://xoomer.alice.it/musiclandstudio/
Piotre
2006-12-22 16:48:23 UTC
Permalink
Post by Musicland
Post by Piotre
insomma, "non solo moda".
Piotre.... sapevo che una frase poteva generare fraintendimenti.....
"non solo moda" non era una critica a quanto avevi detto precedentemente,
era un discorso generale per
ribadire il concetto che (IMHO) non sono soldi buttati per la "novità", 10
anni fa non mi pare di aver buttato 1.800.000 lire per una Studio900 e
900.000 per un nanopiano (10 anni fa, epoca pre-euro!!!) che mi hanno dato
parecchie soddisfazioni. sembra che il mondo sia diviso tra chi debba
spendere 4000 euro per un oggetto e chi metterebbe un cartellino "trattativa
privata" per tutti i prodotti sopra ai 500 euro.
Post by Musicland
Per "moda" intendo: in un NG si va a periodi.... c'è stato l'anno che
esisteva solo Triton....(e prima Trinity)... poi arriva Fantom.... poi
Motif.... e tutti ne parlano entusiasti... come fosse "L'uovo di
colombo"....
Guai a criticare.... è perfetto.... ha tutto.... poi la discussione
"sfuma".... e se ne parla con meno regolarità.
E' un ciclo....e in un NG è assolutamente normale visto che è un
posto dove l'appassionato discute di quanto lo entusiasma... ci
mancherebbe altro..... ora tocca a Clavia.
Io, forse sarà l'età.... leggo e valuto le questioni con più
pacatezza..... Forse, con venti anni di meno.... ero già anch'io da
Musical Box a comprarlo...
io aggiungo anche che "se serve si compra"... Clavia mi sembra esca un po'
dalla linea degli altri produttori come ho detto per la possibilità di
upgrade e per la "familiarità" nella relazione con l'azienda. io la vedo
bene come cosa ed in definitiva il NS è il tipo, il prototipo delle
strumento che a me interessata, quindi ripeto, con nessun tipo di polemica
ind'a capa, mi pare un ottimo invenstimento.
ciao
piotre
--
http://www.blogger.com/profile/12281541
FatherMcKenzie
2006-12-22 17:11:36 UTC
Permalink
Tutta la gente sola, da dove viene? Tutta la gente sola, dove ha il
suo posto? "Piotre" <***@gamil.com> raccoglie il riso nella chiesa
dove si è celebrato un matrimonio, vive in un sogno...
Post by Piotre
sembra che il mondo sia diviso tra chi debba
spendere 4000 euro per un oggetto e chi metterebbe un cartellino "trattativa
privata" per tutti i prodotti sopra ai 500 euro.
dipende dal reddito, I suppose.
Io a certecifre non ci arrivo nemmeno prostituendomi a notti alterne
--
'Would you tell me, please, which way I ought to go from here?'
'That depends a good deal on where you want to get to,' said the Cat.
Piotre
2006-12-22 17:30:03 UTC
Permalink
Io a certe cifre non ci arrivo nemmeno prostituendomi a notti alterne
allora vada per tutte le notti ;-)
ciao
piotre
--
http://www.blogger.com/profile/12281541
Continua a leggere su narkive:
Risultati di ricerca per 'CP33 Vs MP4' (newsgroup and mailinglist)
66
risposte
Ce l'ho sotto mano (new Canon), sono un rivenditore all'ingrosso...
iniziato 2008-09-05 21:46:37 UTC
it.arti.fotografia.digitale
6
risposte
Pianoforte da palco
iniziato 2006-08-20 14:17:17 UTC
it.arti.musica.strumenti.tastiere
Risultati di ricerca per 'CP33 Vs MP4' (Domande e Risposte)
2
risposte
Perché le proporzioni cambiano da 4: 3 a 16: 9 a formati ancora più ampi?
iniziato 2017-07-01 15:42:14 UTC
film
4
risposte
Il motore NK-33 richiede cherosene sottoraffreddato così freddo da trasformarsi in cera?
iniziato 2016-03-15 13:09:45 UTC
spazio
2
risposte
Qual è la storia della scala o = 4 paradosso?
iniziato 2019-12-15 23:10:07 UTC
storia della scienza e matematica
4
risposte
Perché il genoma del coronavirus SARS-Cov2 termina con aaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa (33 a)?
iniziato 2020-01-25 06:55:20 UTC
bioinformatica
3
risposte
Perché la pagina dei filtri di Rosco mostra che la trasmissione del 33% è di 1 stop anziché del 50%?
iniziato 2015-11-13 13:37:08 UTC
foto
Discussioni interessanti ma non correlate
14
risposte
Artrite alle mani (giocare con il dolore alle mani) - Esistono approcci consigliati?
iniziato 2011-01-13 21:21:54 UTC
21
risposte
Cambiare le corde: una per una o togliendole tutte in una volta?
iniziato 2011-01-14 07:35:12 UTC
3
risposte
Come calibrare / configurare una chitarra elettrica?
iniziato 2011-01-13 21:49:54 UTC
5
risposte
Come posso fissare efficacemente le corde della chitarra ai piroli di accordatura?
iniziato 2011-01-14 13:32:00 UTC
3
risposte
Perché il pickup al ponte di una Stratocaster è angolato?
iniziato 2011-01-14 23:51:21 UTC
Loading...